Picchia la compagna, la madre e portiere, arrestato un cassibilese

Il cassibilese è stato arrestato per danneggiamento, lesioni plurime, atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale

Picchia la compagna, la madre e portiere, arrestato un cassibilese

Picchia la compagna, la madre e portiere, arrestato un cassibilese

CASSIBILE – Un cassibilese di 38 anni (G. F. le iniziali) è stato arrestato per aver aggredito la sua compagna. Il litigio fra i due era iniziato nella prima mattinata di ieri, nell’abitazione di Cassibile. La donna oggetto di percosse da parte dell’uomo avrebbe deciso di andare nella casa della madre a Siracusa. Il 38enne avrebbe tentato più volte di contattare telefonicamente la compagna, arrivando a dire alla madre della vittima che si sarebbe presentato per uccidere la figlia. Le due donne impaurite hanno chiesto l’intervento dei Carabinieri. I militari, al loro arrivo, hanno trovato l’uomo nei pressi dell’abitazione. Il 38enne aveva danneggiato il portone d’ingresso della casa e stava ancora picchiando la compagna, la mamma e il portiere dello stabile intervenuto per difenderle. Il cassibilese è stato arrestato per danneggiamento, lesioni plurime, atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova in carcere.

Sempre restando in ambito di violenza, a Cassibile due soggetti, nella giornata di ieri, sono stati arrestati per tentato omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco. I due nel corso della nottata precedente avevano avuto un’accesa lite con un 47enne siracusano nei pressi di una sala giochi di via Nazionale, probabilmente per una piccola somma di denaro dovuta. Alle parole poi sono seguiti i fatti e poi gli spari.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*