Cassibile perde un pezzo della sua storia, è morto il Marchese FOTO E VIDEO

E' morto oggi all'età di 92 anni lasciando vuoto incolmabile nei cuori di chi ha vissuto con lui

Cassibile perde un pezzo della sua storia, è morto il Marchese FOTO E VIDEO

Cassibile perde un pezzo della sua storia, è morto il Marchese

di Morena Zingales
CASSIBILE – Non lo dimenticheremo mai e resterà sempre nella nostra memoria. Chi ha conosciuto Gutkowski Pulejo Loffredo Silvestro, Marchese di Cassibile, ha avuto la fortuna di conoscere il mondo infinito che girava intorno a lui, fatto di storie e viaggi. Il suo sapere antico, i suoi costumi, le sue qualità e la sua intelligenza che lo distinguevano da tutti noi. Una persona dai modi garbati, semplici, di altri tempi e di nobiltà d’animo. Un uomo dalla grande statura umana e sociale. Parlare con lui era sempre un piacere e non ti stancavi mai di ascoltarlo. Il caro Marchese di Cassibile ha lasciato il suo paesello, la sua casa e le sue preziose terre. E’ morto oggi all’età di 92 anni lasciando un vuoto incolmabile nei cuori di chi ha vissuto con lui.

Bahidi Fatima e Benalili Ahmed insieme al Marchese di Cassibile

Lo ricordano così Bahidi Fatima e Benalili Ahmed, i figli di Ben Alili, una famiglia cresciuta con lui, dentro la sua casa. «Purtroppo oggi ci ha lasciato – hanno detto – ed ha portato con sé tutte quelle storie, quei viaggi, il suo sapere antico dei modi e dei costumi. Quante cose ci raccontava. Noi siamo cresciuti dentro la sua casa. Ci ha accolti nel 1987 e siamo rimasti con lui fino ad oggi, quanti libri ci ha fatto leggere e vedere. Il Marchese di Cassibile è stato come un nonno per noi ci ha voluto bene veramente».

Un uomo che ha segnato e forgiato la storia recente del nostro Cassibile, un caro amico di tutti i cittadini.

Quanti ricordi. L’infanzia dei figli di Bahidi e Benalili è stata un’avventura «in mezzo alle campagne, le mucche, i bufali, le caprette e quei tanti amati tipi di formaggi, fatti proprio nella sua azienda. Il caro vecchio sapone di casa e l’olio che macinava. Quante bellezze nascoste in questa piccola Cassibile che sembra povera, ma allo stesso tempo ricca di posti da fare invidia. Quante passeggiate ecologiche trascorse in sua compagnia e lui era fiero di Cassibile, fiero delle persone che lo andavano a trovare e di coloro che visitavano le sue amate campagne. Si porterà via il suo vissuto e ci lascerà un’eredità paesaggistica da non fare perdere».

La Camera ardente è allestita all’interno della Chiesa della Sacra Famiglia presso il Borgo Antico di Cassibile. Nella medesima chiesa si svolgeranno i funerali martedì 3 aprile alle ore 10.

Noi lo vogliamo ricordare così, queste le sue parole in una nostra intervista fatta nel 2010: 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Eri sei e resterai come un Nonno per noi..ti terremo per sempre nei nostri cuori: Nagiat, Wafa, Mustafa, Ilham, Meryem, Fatima e Ahmed Ben Alili
    Un grazie immenso al vostro giornale all’immediatezza nel darci risposta e l averci dato la possibilità di raccontare quanto fosse grande la sua bontà grazie di cuore a tutte le persone accorse alla Camera ardente, anche al Vescovo che ha confermato la possibilità della celebrazione del funerale nella Chiesa del Borgo di Cassibile..grazie veramente a tutti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*