TROVATO MORTO IN CASA IL FIGLIO DI NELLO MUSUMECI, DISPOSTA AUTOPSIA

giuseppemusumeci2-975x3101(CSB.com3.0) CATANIA – Il figlio del deputato del centrodestra all’Assemblea regionale siciliana ed ex sottosegretario al Lavoro, Nello Musumeci, e’ stato trovato morto nella sua abitazione di Catania. A scoprire il corpo di Giuseppe Musumeci, 31 anni, e’ stata la colf, che ha dato l’allarme. La Procura di Catania ha disposto l’autopsia per accertare le cause del decesso. Nello Musumeci era stato candidato alla presidenza della Regione nelle elezioni dello scorso ottobre, vinte da Rosario Crocetta. Il giovane era riverso per terra nel bagno, con la porta chiusa dall’interno. Soccorso , e’ stato condotto nell’ospedale Garibaldi, ma quando vi e’ giunto era gia’ deceduto. Sull’episodio, come atto dovuto, la Procura di Catania ha aperto un’inchiesta conoscitiva e disposto, per domani, l’autopsia, per verificare anche eventuali allergie a farmaci. I Carabinieri della compagnia Piazza Dante hanno sequestrato antinfiammatori e antibiotici che erano nella stanza da bagno, su disposizione del procuratore capo, Giovanni Salvi, e del sostituto Angelo Busacca. Nello Musumeci e’ stato anche vicesindaco di Catania e presidente della Provincia di Catania.

Il mondo di Facebook si stringe intorno a Nello Musumeci per la perdita del figlio Giuseppe. Decine e decine, ogni minuto, i commenti di cordoglio sulla pagina privata dell’ex presidente della Provincia, così come su quella pubblica.

Il presidente della Regione Siciliana e i gruppi parlamentari all’Ars manifestano vicinanza per il grave lutto che ha colpito la famiglia del deputato regionale Nello Musumeci.

Amici e colleghi, simpatizzanti e semplici conoscenti: una folla si è stretta in queste ore di immenso dolore a Nello Musumeci e alla sua famiglia. Messaggi carichi di tristezza e di affetto per il padre che sopravvive al figlio, “qualcosa di innaturale” come scrivono molti; messaggi discreti, di poche parole, quasi a sottolineare l’impossibilità di trovarne di giuste di fronte a una tragedia di portata simile. “Non ci sono parole”, scrivono in moltissimi; c’è chi manda “un forte abbraccio”, chi un pensiero e chi si limita a scrivere “Mi dispiace tanto”.

Salvo scrive: “Non ci sono parole…Condoglianze presidente”; Antonio parla di “notizia che sconvolge e addolora”. “Non riesco nemmeno a commentare una notizia del genere”; “Non riesco nemmeno a commentare -scrive Danilo – non ci sono parole… la morte di un ragazzo di 30 anni è sempre una cosa dura da accettare, ma quando quel ragazzo è tuo amico… sono veramente sconvolto! Ciao Giuseppe”.

Ma è Giovanni a centrare il punto, scrivendo: “Ti abbraccio forte forte…Un giorno mio padre mi disse commentando la prematura scomparsa del nostro segretario giovanile che il dramma più vigliacco del destino è vedere un padre dietro il feretro del figlio.
Ti voglio bene Nello !!!”.

Print Friendly, PDF & Email