Aumento oneri urbanizzazione aggrava crisi Cassibile-Fontane Bianche

Romano: "Non si tiene conto della Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale relativa alla richiesta di revisione degli Oneri stessi".

Aumento oneri urbanizzazione aggrava crisi Cassibile-Fontane Bianche

da Paolo Romano (Presidente Circoscrizione Cassibile) – Mentre il Consiglio Comunale nella seduta scorsa ha deliberato l’ennesimo aumento degli oneri di urbanizzazione, aggravando ancor di più una crisi del settore edilizio più volte enunciata. Lo stesso non tiene conto della Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale numero 23 del 19 marzo 2015 relativa alla richiesta di revisione degli Oneri stessi.
Una Delibera che prevede, con ampia e dettagliata relazione, la diminuzione degli oneri di urbanizzazione al fine di rilanciare un settore quello edilizio messo in ginocchio ormai da troppo tempo.
Nella relazione oltre allo studio degli oneri applicati nei comuni vicinori, si evidenziano come sia possibile, in un momento congiunturale come questo, diminuire gli oneri ed allo stesso tempo rilanciare il settore senza far venire meno le entrate nelle casse comunali.
Un atteggiamento sordo e cieco incomprensibile, posto che con nota 663 del 02 aprile 2015 era stato chiesto espressamente al Presidente del Consiglio Comunale ed alla conferenza dei capi gruppo, secondo quanto previsto dal regolamento sul decentramento, di portare all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale la discussione.
Cosa non fatta e che denota un atteggiamento insensibile alla problematica oltre che in contrasto con le norma istituzionali.
Chiediamo pertanto al Presidente del Consiglio e a chi di dovere di intervenire e porre in discussione la proposta avanzata legittimamente del Consiglio di Cassibile Fontane Bianche.
Il rilancio della nostra economia dipende molto da tale proposta legittima ed opportuna in una fase di grossa crisi occupazionale.

Aumento

Print Friendly, PDF & Email