SI E’ RIUNITO STAMANE IL DISTRETTO TURISTICO TERRITORIALE “SIRACUSA E VAL DI NOTO”

Foto Riunione del Distretto Turistico(CSB.com3.0) SIRACUSA – Si è riunita stamane presso la Sala degli Stemmi della Provincia Regionale di Siracusa, l’assemblea del Distretto Turistico Territoriale “Siracusa e Val di Noto”, presieduta dall’on. Nicola Bono. Sono stati affrontati i due punti dell’ordine del giorno dell’assemblea: l’adesione dei Comuni di Carlentini, Pachino e Priolo Gargallo al Distretto Turistico Territoriale e la progettazione degli interventi per l’accesso ai finanziamenti previsti nel bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia dello scorso 5 aprile.

L’assemblea, all’unanimità, ha votato a favore dell’adesione dei tre Comuni, mentre restano fuori dal Distretto Turistico Territoriale i comuni di Portopalo di Capo Passero, Rosolini e Siracusa. In particolare la mancata adesione del capoluogo ha avuto, fra l’altro, una ricaduta in negativo nella divisione dei fondi regionali che com’è noto ammontano complessivamente a 25 milioni di euro. Al Distretto Turistico Territoriale “Siracusa e Val di Noto” sono stati assegnati 609 mila euro che vanno impegnati nei progetti che saranno presentati entro il prossimo 4 luglio.

Sulla ristrettezza dei tempi a disposizione nella formulazione del Parco progetti, si è soffermato il presidente Bono in apertura dei lavori: “Abbiamo 59 giorni di tempo per predisporre la progettualità necessaria per l’ammissione al finanziamento. Ancora una volta ci troviamo ad operare in tempi strettissimi a causa della Regione Siciliana che dopo tanto silenzio, ha fatto pubblicare i relativi bandi con grave ritardo comprimendo incredibilmente i tempi per eseguire la parte più importante e delicata e cioè dettagliare le azioni da realizzare. Per quanto riguarda la progettualità interdistrettuale, avendo partecipato all’assemblea del Distretto Tematico del Sud Est, posso annunciare che ho trovato un’intesa unanime per il progetto della riedizione del “Treno del Barocco”. Un progetto che potrebbe vedere anche l’interesse e il coinvolgimento del Distretto Territoriale di Ragusa, senza che peraltro tale iniziativa pesi sui fondi a disposizione dei tre distretti associati. Per quanto riguarda invece i progetti specifici del “Siracusa e Val di Noto”, si è convenuto di dare vita ad un gruppo di lavoro che potremmo definire di “Progettisti-creativi”, cioè di esperti in grado di vincere la sfida sia temporale che della qualità delle proposte e quindi di presentare progetti finanziabili entro il prossimo 4 luglio. Il principio guida del gruppo di lavoro, che mi auguro si possa già incontrare entro il fine settimana, resta quello di ricercare il massimo coinvolgimento delle varie entità territoriali, tenendo conto che i progetti saranno considerati di grande valore proprio partendo dal massimo coinvolgimento di tutti i soggetti pubblici e privati, che devono aderire peraltro con il cofinanziamento di un’aliquota almeno del cinque per cento del costo del progetto stesso”.

Print Friendly, PDF & Email