CON PADRE ARNONE LA CULTURA E’ ARRIVATA DALLA PORTA CENTRALE

insediamento_padre_arnonedi Morena Zingales
(CSB.com3.0) CASSIBILE – Sarà amato e rispettato da tutti! E’ entrato in punta di piedi e già nell’arco di pochi giorni è riuscito a conquistarsi la simpatia di molti. Stiamo parlando di Don Salvatore Arnone, il mitico Padre Salvo che, solo a vederlo da lontano, ti strappa in automatico il sorriso dalle labbra. Un caratterino molto particolare, dice “Pane al pane e vino al vino”, senza farsi molti scrupoli a chi ha di fronte, ma con dei modi così garbati che solo lui ha. Sarà sicuramente tanto amato dalla comunità cassibilese, dai più grandi ai più piccoli. Nulla da togliere alla buon’anima di Padre Arcangelo, ma questo sacerdote è quello di cui Cassibile ha tanto bisogno: “Un uomo con le…” Sì, sarà amato da tutti e in particolare dai bambini e oggi ne abbiamo avuto la prova. Senza timore di nulla ha fatto in modo che la tombola, organizzata dall’Associazione L’isola che c’è, si facesse direttamente dentro la chiesa e non in altri posti scomodi, come di solito avviene. [VEDI FOTO DELLA TOMBOLA]

Sarà questo suo modo di fare che farà risvegliare in tutti i cittadini la voglia di religiosità, la voglia di calore e unione che negli ultimi anni a Cassibile si era smarrita. Ieri sera, 7 dicembre 2012, la cerimonia di insediamento, celebrata da Monsignor l’Arcivescovo Salvatore Pappalardo. Tanta emozione da parte di Don Arnone, soprattutto durante la lettura di alcuni versi e citazioni. FOTO

La chiesa era strapiena. In mezzo ai cittadini era presente l’anziano Marchese di Cassibile, le autorità civili e militari, l’Associazione San Giuseppe in Cassibile, l’Associazione Donna, la comunità religiosa, il coro della parrocchia, il centro anziani, la Misericordia e il Gruppo Fratres di Cassibile.

Questi ultimi due si sono presi cura del piccolo rinfresco, avvenuto fuori dalla chiesa, con doni e beni, offerti dai cittadini. “Quello che mi ha colpito di piú stasera alla cerimonia di Padre Salvo sono state le numerose e colte citazioni durante il discorso di insediamento: a Cassibile la cultura é arrivata dalla porta centrale! Benvenuta!” Sono le parole di un cittadino di Cassibile, Simone Palmintieri che le ha scritto ieri sera nella sua pagina di Facebook. Così come quelle scritte dal Presidente dell’Associazione l’Isola che c’è, Simone Parasiliti Rantone: “L’arrivo di Padre Salvo è una “manna scesa dal cielo” per i bambini, per i giovani e per tutti….”“A nome mio personale nonché dei cittadini, le diamo il benvenuto a Cassibile e Le facciamo i migliori auguri di Buon Lavoro è il messaggio di auguri del consigliere comunale Paolo Romano a padre Arnone”.

“Cassibile è una comunità molto accogliente ed i Cassibilesi sono persone per bene con un alto senso della solidarietà, ma allo stesso tempo è una cittadina che vive problematiche molto complesse che si innescano in un ragionamento che vede il territorio fortemente penalizzato da una mancanza di gestione e visione politica-amministrativa che colpisce più di ogni altro i meno abbienti ed in particolare i giovani. Per dirla in poche parole – continua Romano – la sua missione pastorale sarà e dovrà contribuire a dare a questa comunità e a questo territorio dignità morale e culturale e riscatto sociale. Insomma ci sarà molto da lavorare per contribuire alla completezza di una identità da lungo tempo ricercata”.

Non ci resta che augurare al prete 68enne a nome della nostra redazione e di tutti i cittadini, il benvenuto a Cassibile e, per essere più chiari, il “Bentornato” così com’è stato scritto nella torta offerta dal Gruppo Fratres. Padre Salvo è stato il prete spirituale e fondatore dello stesso gruppo nel lontano 5 febbraio 1994, giorno, mese e anno in cui fu inaugurata la sede del Gruppo Fratres e nello stesso giorno, 5 febbraio, Padre Salvo compie gli anni.

Print Friendly, PDF & Email