Appicca fuoco alla sua abitazione, 78enne fermato dai Carabinieri

Arma illegalmente detenuta e droga, arrestato giovane cassibilese

CASSIBILE – I Carabinieri di Cassibile, nella serata di ieri, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, Iozia Luigi, il 78enne che ha dato fuoco alla sua abitazione.

L’uomo è ritenuto responsabile di aver cosparso con circa sessanta litri di benzina l’abitazione condivisa con la moglie, fortunatamente assente al momento del fatto, ed averle dato fuoco. L’anziano dopo si è allontanato con la propria macchina, facendo perdere le proprie tracce.

La casa è immediatamente andata a fuoco; benché dichiarata agibile a livello strutturale, è completamente distrutta all’interno, ad eccezione della parte in uso alla moglie, probabilmente non colpita dalle fiamme per il troppo combustibile cosparso che non ha permesso una rapida diffusione del fuoco e per l’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco di Siracusa.

Tempestivo è stato anche l’intervento dei Carabinieri di Cassibile che dopo aver preso atto della situazione, verificato che non vi fossero feriti e danni alle altre abitazioni circostanti, hanno raccolto i primi elementi informativi utili e si sono messi alla ricerca del fuggitivo.

L’uomo, rintracciato nel centro di Rosolini, dove pare volesse trovare appoggio da alcuni conoscenti, ormai alle strette, è stato persuaso a seguire i militari dell’Arma nella Stazione di Cassibile dove è stato sottoposto al fermo.

Nella macchina dell’uomo è stato rinvenuto un fucile da caccia di sua proprietà, benché il porto d’armi fosse scaduto da tempo, senza colpi, che l’anziano aveva portato con sé. Sarebbe stata l’ennesima lite in famiglia a spingere il 78enne a compiere il folle gesto.

L’uomo rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in stato di fermo presso un’altra abitazione messogli a disposizione.