Cassibile, Conguaglio Tares, Romano: “Rifare il calcolo delle somme dovute dai cittadini”

Scrivi al giornale

CASSIBILE – Conguaglio TARES 2013: “Gli aumenti previsti superano ogni immaginabile e ragionevole analisi arrivando in alcuni casi anche al 100%.” Lo scrive il Presidente Paolo Romano in una nota inviata al Sindaco Giancarlo Garozzo,  all’Assessore ai Tributi, al Presidente del Consiglio Comunale, al Dirigente ai Tributi, al Segretario Comunale e per conoscenza al Prefetto di  Siracusa. Ricevo sentite e corpose lamentele da cittadini residenti ed esercenti attività economiche presenti sul territorio circa il considerevole aumento che in questi giorni viene notificato”. Spiega il Presidente.

“Le tariffe TARSU in vigore fino al 31 dicembre 2012 erano ad un livello altissimo e tra le più care d’Italia. Aver portato in su la tariffa aggrava una situazione socio economica del territorio già fortemente in affanno”. Dice il Presidente della Circoscrizione di Cassibile. “Ciò detto da una prima stima di quanto dovuto dai cittadini residenti – spiega ancora – sembra essere stato violato l’art. 22 lettera J che prevede una riduzione del 3% per gli immobili presenti nel territorio di Cassibile dove si svolge la raccolta differenziata”.

Paolo Romano conclude la nota chiedendo: “L’annullamento in autotutela dei bollettini F24 in corso di notifica, il giusto ricalcolo delle somme dovute da cittadini ed imprenditori e l’istituzione di uno sportello presso la sede circoscrizionale per poter soddisfare le richieste dei cittadini residenti”.