Inizio lavori del Ponte sul Fiume Cassibile, firma anche tu la petizione

Foto di Filippo Seminara

Il ponte sul fiume Cassibile è chiuso già da settembre scorso. La sua chiusura sta creando disagi, soprattutto alle aziende agricole. Il ripristino della struttura di epoca fascista è reso difficile dal vincolo storico. Non sono mai iniziati i lavori per la demolizione, ricostruzione e la riapertura al traffico che doveva avvenire nel giro di tre mesi. La struttura costruita in epoca fascista ha più di 70 anni, si trova in uno stato di degrado e, quindi, sottoposto alla tutela della Sopraintendenza dei Beni Culturali di Siracusa che non consente la demolizione. Suggerisce solo consolidamento e ristrutturazione. Firma la tua petizione per sollecitare l’avvio definitivo dei lavori.

Su questo link è possibile firmare una petizione online clicca qui . Basta inserire: nome, cognome, email, impostare la Nazione e il Cap, scrivere il proprio parere (facoltativo), decidere se condividere su facebook con gli amici o mostrare la propria firma su Change.org e infine cliccare su firma. Per questa petizione servono 100 sostenitori.

[divider]

Come firmare la petizione, segui le indicazioni nel video:

 

3 Commenti

  1. SALVE ….io sono 4 anni che vengo a passare le vacanze estive in Sicilia conosco il ponte lo percorro ogni giorno ….
    e rimango basito quando leggo sia del lassismo del cittadino (solo 30 cittadini che intervengono alle assemblee) …sia di quello delle amministratori-politici del posto….(sicuramente papponi mafiosi che mirano ad ingrassare il loro pancione sciatto)
    è una vergogna…
    ….è una vergogna che l’unico obbiettivo di chi amministra i soldi pubblici è quello di fottersi il più possibile…e far si che il resto sia diviso tra papponi mafiosi e merde che ruotano attorno alla politica!!
    Vergogna!!!!

  2. Non credo prorio che firmando codesta petizione si raggiungerebbe l’obiettivo di sollecitare l’avvio definitivo dei lavori del ponte sul fiume Cassibile. Magari fosse così! Firmerei di corsa! Come tutte le cose, in Italia, i cittadini chiediamo (ed è un nostro sacrosanto diritto) , ma nessuno ci sta a sentire. E poi, scusate, un’opera architettonica di tale portata si deteriora così dall’oggi al domani? L’inizio del deterioramento, certamente, si perde nella notte dei tempi. Come mai se ne sono accorti solo ora che il ponte è ridotto in tali condizioni di degrado? Se si fosse intervenuti molto prima, quando la struttura era ancora recuperabilissima oggi non sarebbe giunta al punto di non ritorno. Si aspettava, forse, che ci scappasse il morto?

  3. Qui a Cassibile non funziona niente. E’ vergognoso che la posta ancora ci dia disagi. Non si può vedere che dopo tantissimi anni di politica si va sempre peggio che paghino gli ingegneri e chi approva i lavori. Non è possibile che ancora si vedono queste persone non lavorare nei modi giusti.

I commenti sono bloccati.