LAMPEDUSA, CISL SICILIA RINGRAZIA PAPA FRANCESCO

r_news.php(cassibile.com) LAMPEDUSA – “Ora l’Europa non può più far finta di niente”. La Cisl Sicilia ringrazia il Pontefice della semplicità e degli ultimi, Francesco, per il “gesto di immensa forza” con cui ha acceso i riflettori su una tragedia umana di dimensioni globali di fronte alla quale, rileva il sindacato, “Bruxelles non può più girarsi dall’altra parte ignorando che Lampedusa è la sua porta d’ingresso”. Il messaggio del Papa, afferma Maurizio Bernava, segretario della Cisl Sicilia, è di una “rilevantissima portata educativa”. Di fronte a sbarchi ininterrotti, agli arrivi di precarissime carrette del mare. E di fronte a una tragedia con numeri da guerra non dichiarata con oltre 20 mila persone scomparse nel Canale di Sicilia, “la visita di oggi dice a tutti che, a ogni livello, il potere e la responsabilità si legittimano solo col servizio. In particolare, col servizio a favore degli ultimi e di chi ha più bisogno”.

Francesco, sottolinea la Cisl, “è riuscito oggi, con la sua presenza a Lampedusa, a portare la gioia in un luogo assieme bellissimo e di disperazione”. Così “per i potenti della terra, da oggi, niente sarà più come prima di fronte alla globalizzazione della sofferenza” generata da “errate decisioni socioeconomiche”, come il Papa ha denunciato. Francesco, rileva la Cisl, oggi ha invitato tutti a fare della solidarietà il terreno dell’ospitalità “come i lampedusani, tra mille difficoltà, hanno dimostrato di saper fare”. Dunque, “il suo messaggio sia monito per tutti a cominciare da chi ha maggiori responsabilità che deve recuperare il senso smarrito della fraterna solidarietà”. (ug)

Informazioni su Morena Zingales 2362 Articoli
Giornalista pubblicista