Siracusa: inquinamento, il prefetto Gradone ha presieduto una riunione

prefettura_siracusa 2_10(cassibile.com) SIRACUSA – Nell’ambito delle attività programmate per la verifica delle risultanze applicative del protocollo di intesa, siglato in Prefettura in data 9 maggio 2005, finalizzato all’adozione delle azioni di contrasto dei fenomeni di inquinamento atmosferico e di cattiva qualità dell’aria, il Prefetto Gradone ha presieduto nella giornata odierna una riunione alla quale hanno partecipato il Direttore Valastro della Struttura territoriale di Siracusa dell’A.R.P.A. Sicilia, il Direttore sanitario dell’Azienda Sanitaria Provinciale – ASP 8, rappresentanti della Provincia Regionale di Siracusa, dei Comuni interessati, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell’Associazione degli Industriali della provincia di Siracusa, del C.I.P.A. – Consorzio Industriale per la Protezione dell’Ambiente, delle principali Aziende del polo petrolchimico, nonché i Segretari Generali provinciali della CGIL, CISL, UIL e UGL.

Nel corso della riunione sono stati esaminati gli esiti degli approfondimenti svolti sulla scorta delle indicazioni emerse nel corso dei precedenti incontri, che confluiranno nel nuovo protocollo che sarà sottoscritto subito dopo la pausa estiva.

Nel merito, riassumendo gli elementi salienti, si è concordato sulle modalità della collaborazione integrata tra A.R.P.A. ed A.S.P. prevedendo la realizzazione di una comunicazione immediata da parte dell’ARPA, in presenza di incidenti, all’unità di crisi costituita presso ASP dei dati relativi al monitoraggio dell’eventuale sostanza tossica rilevata nell’aria; a ciò conseguirebbero le successive raccomandazioni da parte dell’ASP in ordine alla pericolosità e possibile sintomatologia a carico della popolazione.

E’ stata, inoltre, istituita un’apposita commissione per valutare e testare idonei sistemi modellistici di dispersione degli inquinanti.

La commissione, costituita da ARPA, Provincia, ENEL, con l’ausilio di un esperto qualificato in modellistica, presenterà al Tavolo entro 120 giorni una dettagliata relazione sull’applicabilità al territorio provinciale del modello di dispersione elaborato a supporto dell’attuale rete interconnessa.

Con particolare riferimento al fondamentale delicato aspetto della comunicazione dei dati di qualità dell’aria rilevati dalla rete interconnessa, i gestori (ARPA, CIPA, Provincia, ENEL) si sono impegnati a pubblicare i dati in idoneo sito web già dal mese di novembre. Tale attività, essenziale per le esigenze di trasparenza più volte evidenziate dal territorio, verrà assicurata inizialmente mediante bollettini mensili ed a partire dal 2014 mediante bollettini giornalieri.

Inoltre, si è concordato di istituire un’ulteriore commissione, costituita da ARPA Sicilia, Provincia Regionale Siracusa, ASP, Comuni di Melilli Priolo Gargallo ed Augusta, CIPA e rappresentanti del polo petrolchimico, che predisporrà entro sei mesi le linee guida relative a nuovi parametri, soglie di intervento e conseguenti azioni, per la revisione del “Codice di Autoregolamentazione” di cui al Decreto dell’Ufficio Speciale per le Aree a Rischio della Regione Siciliana del 14 giugno 2006, che verranno presentate al competente Assessorato Regionale Territorio e Ambiente per la successiva adozione di uno specifico provvedimento normativo.

L’attualizzazione e relativa contestualizzazione di tale strumento normativo, che in passato ha garantito significativi risultati positivi, assicurerà una maggiore tutela del territorio e delle comunità interessate a fronte degli eventuali rischi di inquinamento atmosferico.