Augusta: La Guardia Costiera sequestra 300 ricci

sequestro_ricci(CSB.com3.0) AUGUSTA – Trecento esemplari di ricci di mare sono stati sequestrati, nella tarda mattinata di oggi 21 maggio 2013. I militari della Capitaneria di Porto, Guardia Costiera di Augusta, dopo segnalazione sono intervenuti con la motovedetta CP 879 e un’autopattuglia nei confronti di due catanesi del 1976 e del 1983, intenti a pescare ricci di mare in località Vetrano del Comune di Augusta. I due pescatori sportivi, una volta scoperti, hanno tentato di disfarsi dei ricci pescati illegalmente, gettando in mare i sacchi dov’erano contenuti. Nei confronti dei due pescatori sportivi è stato elevato un verbale per l’importo di 4.000 euro. Il prodotto ittico sequestrato, recuperato dagli militari dell’autopattuglia, è stato rigettato ancora vivo in mare, tramite la motovedetta. Si coglie l’occasione per ricordare che la pesca del riccio di mare è assolutamente vietata nei mesi di maggio e giugno (periodo di riproduzione), mentre rimane in vigore il limite massimo di pesca di 50 esemplari procapite nei restanti mesi dell’anno.

Informazioni su Morena Zingales 2294 Articoli
Giornalista pubblicista