Cassibile, picchia convivente e la manda in ospedale, arresti domiciliari per 60enne

Ha offeso e percosso la donna con calci e pugni

Cassibile, picchia convivente e la manda in ospedale, arresti domicialiari per 60enne

Cassibile, picchia convivente e la manda in ospedale, arresti domiciliari per 60enne. I Carabinieri del Comando Stazione di Cassibile, al seguito del comandante Corrado Lupo, hanno arrestato in flagranza di reato un 60enne di Cassibile V.C., incensurato, per il reato di maltrattamenti in famiglia. L’intervento dei Carabinieri, chiamati dalla moglie, arriva all’apice dell’ennesima aggressione dell’uomo. Il 60enne infatti, oltre ad aver minacciato, offeso e percosso la donna con calci e pugni le ha sottratto la scheda sim del cellulare per impedirle di poter utilizzare il cellulare.

I carabinieri, giunti all’abitazione dei due coniugi, hanno riportato l’uomo alla calma, mentre la donna è stata trasportata all’ospedale Umberto I di Siracusa per le cure del caso. L’arrestato, dopo le incombenze di rito così come disposto dall’Autorità giudiziaria di Siracusa, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in un’abitazione diversa da quella familiare e fuori Cassibile.