Cassibile: vince chi ci “crede” di più!

Felicitazioni al signor Carmelo Saraniti, il vincitore della bici.

Cassibile: vince chi ci “crede” di più!

di Annalisa Amico
La comunità di Cassibile domenica 8 maggio festa della mamma, ha “sorteggiato” il vincitore di una bici acquistata e messa in palio dalla parrocchia in funzione di una raccolta fondi in atto. I finanziamenti C.E.I. ottenuti puntellano i lavori di ristrutturazione dellachiesa cassibilese in modo principale, mentre la Curia contrattualmente accorre in aiuto con il suo 75 per cento.

Anche la piccola parrocchia di periferia deve intervenire fornendo una parte della somma in reclamo, ovvero con il 25 per cento: parliamo dunque di 50 mila euro.

Lo scorso 29 marzo la commissione parrocchiale all’origine dei lavori e don Salvatore Arnone attuale Responsabile del procedimento, convocati dall’Arcivescovo monsignor Pappalardo presso la Curia, hanno ottenuto il “via” per iniziare a reperire i fondi necessari; il tributo da recuperare è notevole per una parrocchia come la nostra che fino a poco tempo fa, sotto la guida di don Salvatore Arnone, ha lottato per colmare i vuoti economici “in corredo”.

La commissione sta bussando a tutti gli uffici aziendali e di impresa del territorio, ha attivato estrazioni e lotterie come quella che ha messo in gara la bici vincente. Il primo accredito pari a 15 mila euro dovrà essere consegnato entro la fine di maggio, in modo da essere rispettosamente partecipi nelle modalità contrattuali, previa la perdita dell’accordo finanziario ottenuto. Molti cassibilesi stanno collaborando da questo punto di vista, anche perché le condizioni cagionevoli di parte della struttura mettono a rischio gli stessi parrocchiani.

Nonostante l’iniziativa in corso abbia fornito un momentaneo stato occupazionale a ben 14 famiglie e, in seguito, altri verranno impiegati nell’impresa cittadina, la situazione economica e lavorativa dei molti non consente di mettere in profferta di più di quel “senso di responsabilità che l’occasione può offrire” del quale il vescovo ha parlato.

Inoltre il decentramento amministrativo non aiuta la causa in corso e, nonostante questo, il sindaco Garozzo è stato ragguagliato circa la nostra situazione da padre Salvo durante un incontro con il quale abbiamo invocato un contributo economico, visto che non gli abbiamo mai chiesto niente fino ad ora: «A noi oggi servono due cose – ha detto la commissione al Primo Cittadino – che lei sia anche sindaco di tutti i territori che fanno parte del comune di Siracusa e che sia un sindaco fuori dal comune, certi che lei, ancora di più, ci saprà ricordare che il popolo sa eleggere chi lo cura».

Si dice che “la vita sia come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”. Noi siamo attualmente in corsa, vince chi ci “crede” di più!

Felicitazioni al signor Carmelo Saraniti, il vincitore della bici. Vi aspettiamo mercoledì 18 maggio alle ore 20 in chiesa. La Commissione e padre Salvo organizzano una raccolta fondi. Una ditta esperta in prodotti curativi che si occupano di problemi alla schiena e cervicale verserà un piccolo ma significativo contributo per finanziare i lavori di manutenzione in questione. Viene richiesta la presenza di coppie dai 35 anni in su. Per aiutare, a volte, basta soltanto esserci! Un ringraziamento particolare va a Casella Patrizia, per la sua disponibilità e per il suo sostegno.

Cassibile

Informazioni su Morena Zingales 2300 Articoli
Giornalista pubblicista