Giornata contro le mafie, Fratelli d'Italia, strada o via a Giuseppe Di Matteo
Home » Giornata contro le mafie, Fratelli d’Italia, strada o via a Giuseppe Di Matteo

Giornata contro le mafie, Fratelli d’Italia, strada o via a Giuseppe Di Matteo

by Morena Zingales
14 views

Oggi 21 marzo 2019 in occasione della Giornata contro le mafie Fratelli d’Italia ha protocollato al Comune di Siracusa la richiesta di dedicare un parco giochi o altra struttura, strada, via o piazza frequentata prevalentemente dai bambini, al piccolo Giuseppe Di Matteo, scrivendo nella lapide “A Giuseppe Di Matteo, sciolto nell’acido l’11 gennaio 1996 a 15 anni. A ricordo del bambino che amava i cavalli ucciso brutalmente dalla mafia”.

Nato a Palermo il 19 gennaio 1981, strangolato e successivamente sciolto nell’acido dopo 25 mesi di prigionia dalla mafia. Nel giro di pochissimi giorni sono state raccolte oltre 400 firme, molti si ricordano la foto del ragazzino a cavallo, strappato alla vita dalla barbaria mafiosa.

«Con questa iniziativa presentata simbolicamente in questa data – scrive in una nota l’avvocato Paolo Cavallaro, Coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia – vogliamo ricordare a tutti noi cos’è la mafia e cosa è stata capace di fare dimostrando assoluto disprezzo della legge ma perfino di qualsiasi valore morale. La dedica al piccolo Di Matteo rafforza tra la gente e nelle future generazioni il forte sentimento di riprovazione e di disgusto nei confronti della mafia e dei suoi metodi disumani oltre che illegali e consolida le ragioni del necessario e imprescindibile rispetto di tutte le leggi. Cogliamo l’occasione – aggiunge – per ringraziare uomini e donne appartenenti alle Forze dell’Ordine che ogni giorno, molto spesso sacrificando la propria vita, lottano con abnegazione per l’affermazione della legalità e tutti quelli che per lo Stato e per questo valore hanno sacrificato la propria vita».

Presenti al deposito della richiesta in rappresentanza del partito, oltre al coordinatore cittadino Paolo Cavallaro, il dirigente regionale Marco Mastriani e i componenti del coordinamento cittadino Silvia D’Arrigo e Angelo Lantieri.

You may also like