Operazione “Doctor House”, assenteismi ASP 8, indagati 33 persone

La Guardia di Finanza di Siracusa ha accertato la responsabilità per truffa ai danni dello Stato nei confronti di 33 soggetti in servizio presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa. L’operazione, denominata “Doctor House”, è il risultato di un’attività di indagine protrattasi per mesi con l’ausilio di telecamere, collocate all’ingresso dell’ex Ospedale Neuropsichiatrico Provinciale di via traversa la Pizzuta di Siracusa, che hanno consentito di monitorare sia gli strumenti per la rilevazione delle presenze del personale che l’ingresso principale. Millecinquecento scatti fotografici e seicento ore di videoriprese in 44 giorni hanno fatto emergere che 33 dipendenti si assentavano, arbitrariamente, dal posto di lavoro (17 dirigenti e 16 dipendenti).

In totale 870 ore di assenza che vanno da un minimo di 4 ad un massimo di 156 ore di presenza falsamente attestata. Le indagini delle fiamme gialle aretusee hanno consentito di provare che i dipendenti, a piccoli gruppi, si mettevano d’accordo tra loro affinchè uno timbrasse il badge magnetico degli altri, consentendo a questi di arrivare in ritardo, andare via in anticipo dal posto di lavoro, ovvero uscire per dedicarsi a faccende personali. Il fraudolento sistema adottato, permetteva a taluno di trascorrere gran parte del tempo lavorativo al bar, ad altri di passeggiare per le vie dello shopping insieme a colleghi, ad altri di recarsi al mercato ed altri ancora a svolgere attività sportiva.

Le indagini dirette dal Procuratore Capo Dott. Francesco Paolo Giordano e coordinate dal Sostituto Procuratore Dott. Antonio Nicastro, sono state eseguite dalla Compagnia di Siracusa, hanno permesso all’A.G. inquirente di richiedere, per 19 indagati, la misura dell’interdizione dai pubblici uffici, su cui si pronuncerà, nei prossimi giorni il G.I.P. di Siracusa.

Ai dipendenti sono stati addebitati i reati di falso (art. 479 c.p.), di truffa aggravata ai danni dell’Ente Pubblico (art. 640 c.2. c.p.) e di false attestazioni o certificazioni (art. 55 quinquies del D. Lgs. 30 marzo 2001 nr. 165 Testo Unico del Pubblico impiego). Questi, oltre alla condanna per i reati commessi, potranno essere chiamati a risarcire il danno patrimoniale, pari al compenso corrisposto a titolo di retribuzione nei periodi per i quali sia accertata la mancata prestazione, nonché il danno all’immagine subita dall’amministrazione pubblica.

Il fenomeno dell’assenteismo oggi provoca un peggioramento della qualità dei servizi resi, una riduzione della produttività, un aumento dei costi ed un’immagine negativa della P.A.. L’operazione si attesta, quindi, in un segmento operativo nel quale il Corpo acclara le sue peculiarità di Polizia Economico Finanziarie e si pone come tutore del bilancio pubblico finalizzando i propri interventi non solo all’effettivo incasso dei tributi dovuti ma anche ad assicurare che le risorse siano gestite in maniera corretta.

[divider]

Dichiarazione del direttore generale Salvatore Brugaletta: “Riteniamo lodevole l’azione della Guardia di Finanza che ha consentito di rilevare situazioni di illegittimità all’interno dell’Azienda le quali, se comprovate dai dovuti riscontri, saranno punite consentendo di colpire quella parte residuale della Pubblica amministrazione che con il suo comportamento inficia l’attività di quanti invece adempiono quotidianamente al proprio lavoro con dignità ed onestà. Siamo peraltro costantemente impegnati ad assicurare la massima collaborazione a tutte le Forze dell’Ordine e alla Magistratura poiché è interesse comune, sia come cittadini che come Istituzioni, garantire il buon andamento della Pubblica amministrazione come dimostrato dalla pedissequa applicazione della normativa anticorruzione da parte di questa Azienda in tutti i settori dell’attività istituzionale. L’Asp di Siracusa da tempo mantiene costantemente rapporti di collaborazione con le Forze dell’Ordine per l’accertamento e la segnalazione agli organi di competenza di situazioni illecite che possano verificarsi nel settore sanitario, con l’obiettivo di ridurre eventuali fenomeni causa di danni erariali. E ciò non soltanto nelle prestazioni lavorative del personale dipendente ma anche nella esenzione ticket, nelle procedure amministrative di acquisizione di beni e servizi, nella gestione e vigilanza di beni e farmaci in dotazione alla struttura nei singoli reparti e nei locali di stoccaggio, nell’esercizio di attività mediche da parte del personale in regime di libera professione intramuraria e nell’erogazione di prestazioni sanitarie a singoli utenti. L’operato di oggi è un forte segnale di speranza per i cittadini onesti poiché conferma che in questo territorio sono presenti Istituzioni che perseguono la trasparenza e la legalità ed è un monito per chiunque metta in atto tentativi di piegare gli interessi pubblici a vantaggio di quelli privati”.
[divider]

Informazioni su Morena Zingales 2297 Articoli
Giornalista pubblicista

1 Commento

  1. Finalmente buttare fuori i fannulloni da posti che sicuramente saranno da persone raccomandati ed avere persone qualificate e sicuramente più attenti al ruolo che occupano credo che sia la giusta risposta dello stato alla mangiuglia che ocupano in tanti Buon lavoro alla guardia di finanza

I commenti sono bloccati.