Siracusa – Emergenza sbarchi: Zappulla invita la Boldrini

sbarchi-clandestini-italia-profughi(cassibile.com) SIRACUSA – “Per responsabilità amministrative e istituzionali gravi e reiterate negli anni nel nostro territorio si sono accumulati vuoti, ritardi, immobilismi, superficialità talmente pesanti da rischiare di farlo assurgere tra quelli in cui vengono violati i diritti umani.

Altro che emergenza! Da anni, infatti, appariva chiaro che i flussi e le incombenze erano e sono destinati a crescere, era ed è clamorosa la inadeguatezza delle strutture, precaria la rete di assistenza sanitaria, psicologica, linguistica e sociale. E’ immorale, a mio avviso, scaricare l’intero peso organizzativo e umanitario sulle spalle del volontariato, dell’encomiabile e talvolta commovente lavoro e impegno dell’Arci, delle organizzazioni cattoliche e sindacali, di tanti singoli cittadini e professionisti. Senza la loro presenza ed il loro impegno non c’è solidarietà, non c’è umanità, tuttavia, senza la presenza delle istituzioni e dello stato non ci può essere quella indispensabile capacità di accoglienza e di assistenza. In tal senso non posso non sottolineare l’impegno della Prefettura e oggi del Comune di Siracusa e di altri enti locali ma ci vogliono quelle risorse indispensabili a pianificare e programmare i necessari interventi.

La città deve attrezzarsi con le strutture idonee per garantire un’ospitalità seppur temporanea quanto più dignitosa possibile. I migranti – che è bene ricordare sono prima di tutto persone che fuggono dalla fame, dal bisogno, dalla violenza, dalle persecuzioni – vengono ‘parcheggiati’ in strutture palesemente inidonee all’accoglienza. Non è tollerabile per una comunità civile che adulti e minori convivano nella stessa struttura, in condizione spesso di promiscuità. Non è dignitoso che lì vengono allocate donne in gravidanza, senza che spesso vi sia un minimo di assistenza sanitaria, anche per un semplice supporto farmacologico. Un centro di accoglienza deve avere – così come previsto specificatamente dalle norme – spazi, strutture, assistenza sociale e sanitaria adeguati alla bisogna.

Da rivisitare, inoltre, globalmente la materia dei minori non accompagnati con particolare attenzione al ripristino della pratica dell’affido. Ciò detto, sto chiedendo un urgente vertice operativo con i responsabili diretti dei vari ministeri da tenere a Siracusa insieme a tutte le associazioni ed enti locali che si stanno occupando della vicenda ed hanno competenze in materia. Non un convegno né una riunione accademica ma un momento in cui si discuta concretamente delle risorse occorrenti per realizzare quelle strutture e servizi necessari, per sostenere con mezzi e uomini le forze dell’ordine, per capire perché è svuotato il fondo speciale per i minori non accompagni a cura del Ministero del lavoro, per comprendere le proposte e al contempo come sostenere la Prefettura, gli enti locali, le associazioni a lavorare bene per programmare e pianificare gli interventi necessari.

Se questo incontro dovesse tardare presenterò un specifica Mozione alla Camera di protesta, di denunzia ma anche di proposta. Ho inoltre chiesto ed ottenuto la disponibilità del Presidente della Camera On.le Laura Boldrini a essere presente a Siracusa con una visita da fissare già per le prossime settimane.

Informazioni su Morena Zingales 2316 Articoli
Giornalista pubblicista