Zecche e topi a Cassibile, il problema c’è, genitore scrive lettera

Zecche e topi vicino le scuole, frequentate dai nostri bambini. Le prime sono state viste nel plesso di via dei Gigli, i secondi in quello in via degli Ulivi.

Zecche e topi a Cassibile, il problema c’è, genitore scrive lettera

Il problema c’è e diremo che è piuttosto grave. Non si può restare indifferenti davanti a situazioni del genere. Zecche e topi vicino le scuole, frequentate dai nostri bambini. Le prime sono state viste nel plesso di via dei Gigli, i secondi in quello in via degli Ulivi. Un genitore preoccupato ha prima scattato delle foto e poi ha scritto una lettera al dirigente scolastico, pubblicando entrambi su Facebook.

zecche1«Disinfestazione e derattizzazione, plesso via dei Gigli invaso da zecche, avvistate personalmente dal sottoscritto, e il plesso in via degli Ulivi da topi». Sono queste le prime parole della lettera, dove il genitore invita il dirigente scolastico a intervenire. «Si precisa – continua nel documento il genitore – che sono stati visti sul marciapiede adiacente la scuola, facendo presente che si tratta di servizi sanitari ineludibili tanto per l’igiene delle istituzioni scolastiche che per la salute dei soggetti coinvolti. Tra l’altro considerando altresì – conclude la lettera – che l’utenza è costituita da minori e consapevoli del fatto che, agli ordinari interventi di disinfestazione e derattizzazione, i plessi scolastici necessitano interventi urgenti di scerbatura e pulizia straordinaria, per rimuovere la vegetazione spontanea che sovente si trasforma in ricettacolo di insetti e roditori».

E’ lo stesso genitore a riferirci che il Consigliere Giuseppe Casella, il Consigliere Tonino Trimarchi e anche il Presidente Paolo Romano hanno messo in moto la macchina per le procedure di disinfestazione e derattizzazione, nella piazza delle Calle e piazza Caduti del Conte Rosso, ma delle zone vicine le scuole ancora non si vede nulla.

«Io – ha spiegato il papà – è da due anni che lotto per la disinfestazione e questa volta ho deciso di pubblicare su Facebook per spronare anche la cittadinanza che di fronte ai problemi si girano dall’altra parte». La lettera dunque è indirizzata anche alle altre famiglie, poiché – aggiunge il genitore in un commento su Facebook -, «il problema non è solo nelle scuole ma da quanto ho potuto costatare è in tutto il Paese, anche Siracusa è invasa di zecche, ma nessuno fa niente. La mia domanda è rivolta a tutti i cittadini. Perché di fronte a qualsiasi problema dobbiamo fare gli struzzi e aspettare che qualcuno faccia il passo avanti? Se nessuno si mette avanti si lascia tutto alle spalle. Ricordate – scrive sempre nel post – la politica,o meglio i politici, non fanno niente per niente, gli piace mettersi in mostra, avere il proprio nome nel giornale e se qualche politico ha fatto, per il bene del paese, l’opposizione – ha concluso – si mette contro, a costo di non fare per il paese».

Zecche

Informazioni su Morena Zingales 2317 Articoli
Giornalista pubblicista