8 MARZO: E’ LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Operaie dell'industria tessile Cotton
Operaie dell'industria tessile Cotton
Operaie dell’industria tessile Cotton

di Morena Zingales
(CSB.com3.0) CASSIBILE – L’8 marzo non è una festa, non è una sera da passare al ristorante con le amiche, non è un giorno da festeggiare. L’8 marzo è una giornata di lutto, una ricorrenza, un giorno da ricordare!

Il giorno della donna è diventato ormai qualcosa di commerciale. L’8 marzo, nella maggior parte dei casi, viene celebrato dimenticando il suo significato originale. Pochi sanno perché è stata scelta proprio questa data e quei pochi fanno finta di dimenticarsene.

Le origini dell’8 Marzo risalgono al lontano 1908 quando, pochi giorni prima di questa data, a New York le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare! Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni finché il proprietario, Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme. La mimosa è stata assunta a simbolo di questa giornata perché la fabbrica distrutta dall’incendio era circondata da mimose. La mimosa è una pianta che fiorisce solo nei giorni di marzo.

La data, 8 marzo, successivamente venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne e con il passare degli anni è diventata per tutto il mondo la giornata del ricordo, per ricordare tutte le donne che morirono per le conquiste sociali, politiche ed economiche, sia per le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo.

Informazioni su Morena Zingales 2317 Articoli
Giornalista pubblicista

1 Commento

  1. Buongiorno,
    scusate il mio intervento, ma ritengo doveroso far luce su una vicenda fin troppo oscura in Italia. Mi riferisco a quella della famigerata fabbrica Cotton e dell’ancor più famigerato Mr. Johnson. Se provate a fare una ricerca su qualche sito americano non troverete nessuna notizia inerente a quell’incendio e a quella fabbrica. Perché? Per il semplice motivo che non è mai avvenuto. Invece troverete l’unica cosa (purtroppo) realmente accaduta: quella dell’incendio avvenuto il 25 marzo del 1911 alla Triangle Waist Company di New York, in cui persero la vita 146 operai, tra cui molte giovani donne. Questo è l’unico fatto riconosciuto e documentato da foto, articoli apparsi sui quotidiani americani e siti specializzati. Difatti, ogni anno a New York il 25 marzo viene celebrata la ricorrenza di questa tragedia davanti al palazzo che ospitava la Triangle, ovvero il Brown Building (che all’epoca dell’incendio si chiamava Asch Building).
    Dobbiamo impegnarci a diffondere le giuste notizie, altrimenti continuiamo ad alimentare i falsi storici che purtroppo ancora circolano nel nostro paese.

    Massimiliano Vintaloro
    Triangle Fire Project Italia

I commenti sono bloccati.