Cassibile Fontane Bianche, potenzialità territorio, Musumeci (PD), ne vogliamo riparlare?

Fontane Bianche, Viale dei Lidi

CASSIBILE FONTANE BIANCHE – “Dopo alcuni mesi senza scrivere sulla stampa delle condizioni in cui è stata lasciata Cassibile Fontane Bianche dagli amministratori Siracusani, non ce la sentiamo più di stare lì senza parlare”. Lo scrive in una nota Orazio Musumeci, segretario circolo del P.D. Cassibile Fontane Bianche.

“Si legge continuamente di consiglieri comunali siracusani che all’improvviso scoprono e conseguentemente si ergono a paladini di questa nostra realtà territoriale, delle sue potenzialità di sviluppo e della rarità di alcune bellezze” – dice Musumeci.

“Basta leggere delle Grotte del Monello, del vecchio borgo rurale del Marchese, di Fontane Bianche con la sua baia e il suo immenso patrimonio edilizio,  abitativo e poi ancora i suoi alberghi, la sua imprenditorialità sia nel settore turistico, sia in quello agricolo, quello della ristorazione e artigianale”. Da sempre evidenziate, nel corso degli anni, dal segretario.

“Il Consigliere Palestro – aggiunge Orazio Musumeci –   scopre che in contrada Grotta Perciata l’Università di Catania gestisce, su convenzione, le bellissime Grotte di Stalattiti e Stalagmiti, usufruendo di Contributi dalla Regione.  Se il Consigliere Palestro – dice –  volesse documentarsi, siamo in grado di fornirgli tutti e i tantissimi articoli di denuncia che abbiamo manifestato da trent’anni a questa parte”.

Musumeci poi si domanda: “Perché il consigliere Palestro chiede lumi a questa amministrazione e non a quelle precedenti che si sono macchiate di tale grosso scandalo? Questo non riusciamo proprio a capirlo!” Si risponde.

“A noi importa poco di quale colore fossero le precedenti amministrazioni anche perché in questi trent’anni se ne sono alternate di tutti i tipi. L’ unica cosa certa è – spiega ancora – che le Grotte del Monello e tutto il resto si trovano nel più completo abbandono. La Giunta Garozzo – sottolinea il segretario – ha la possibilità di dimostrare e rapportarsi in maniera alternativa alle precedenti verso Cassibile Fontane Bianche. Se lo farà avrà, come ha avuto, pieno sostegno da parte nostra. Se non lo dovesse fare potrà solo fare mea culpa”.

“Noi siamo convinti – aggiunge – che l’attuale squadra di amministratori ha tutte le carte in regola per adoperarsi e risolvere i problemi di questa parte di territorio; necessita di una sola condizione: farsi collaborare da chi conosce il territorio e può dare un contributo serio”.

Poi fa un esempio parlando dello sperpero di denaro pubblico che proprio in questi giorni si sta consumando con la costruzione di una mega rotonda al bivio con Ognina sulla Provinciale 53.

Si domanda ancora il segretario del circolo P.D. Cassibile Fontane Bianche: “Possiamo chiedere a chi è venuto in mente di spendere così tanti soldi per questa rotonda, quando poteva essere costruito un’opera più necessaria, quale per esempio almeno un Marciapiede lungo Viale dei Lidi?”

“Potremmo farne cento di questi esempi – conclude Musumeci – perché si sono illuminate chilometri di strade dove non abita nessuno e si lasciano al buio strade dove abitano permanentemente cittadini, operatori turistici e dove l’illuminazione sarebbe necessaria anche ai fini di sicurezza?”