Perché donare il sangue?

a cura del Gruppo Fratres di Cassibile
La donazione del sangue è un atto volontario, anonimo, periodico, gratuito e responsabile. Per tutti noi, che abbiamo a cuore la vita, è un gesto di amore e solidarietà. Tutti possono donare: basta condurre uno stile di vita corretto, essere in buona salute, avere tra i 18 e 65 anni e pesare almeno 50 Kg. Il sangue è indispensabile per curare le emorragie, le ustioni, operare interventi chirurgici e trapianti di organi nonché per le cure oncologiche ed ematologiche.

Quando decidi di donare, devi recarti al Centro Trasfusionale della tua città o ad altra unità di raccolta della Fratres, con un documento di identità. Nelle 8 ore che precedono il prelievo è bene stare a digiuno; si può bere acqua, the, analcolici. Ti verrà chiesto di rispondere ad un questionario all’interno del quale ci saranno domande relative al tuo stile di vita, patologie ed eventuali interventi chirurgici. La riservatezza delle risposte fornite è garantita perciò è fondamentale la tua piena sincerità.

Il questionario, debitamente compilato ed esaminato dal medico, è fondamentale per la sicurezza tua e di chi riceve il tuo dono; rappresenta una tappa fondamentale del percorso del donatore. La Fratres è particolarmente attenta alla salute del donatore, presupposto indispensabile per la qualità della donazione. La donazione non è soltanto dare agli altri ma anche un modo di vivere sano ed essere sotto costante controllo medico.

Si procede poi al prelievo preventivo necessario per eseguire gli esami di laboratorio prescritti per accettare l’idoneità al dono. Il valore dell’emoglobina è una misurazione importante. Tale proteina determina la capacità di trasporto dell’ossigeno da parte dei globuli rossi. Per poter donare sono necessari valori minimi di 12.5 g/dl Hb nella donna e di 13.5 g/dl Hb nell’uomo.

Si passa alle valutazioni delle condizioni generali, il medico esamina il questionario e se necessario ti pone alcune domande. Sono valutati alcuni tuoi parametri utili come i valori della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca. Gli esami di accertamento sono obbligatori. Solo dopo che è stata verificata la tua idoneità, il medico dà il consenso alla tua donazione.

Il prelievo è la fase centrale della tua donazione. Non presenta alcun rischio. Il prelievo di 450 ml di sangue intero dura meno di 10 minuti. Per questo tipo di donazione è necessario un intervallo di tempo, tra una donazione e l’altra, di almeno 3 mesi per gli uomini e per le donne in menopausa. Invece, le donne fertili possono donare il sangue intero solo due volte l’anno.

Secondo la legge 219 del 21 ottobre 2005, art. 8, il lavoratore dipendente ha diritto all’astensione dal lavoro per la giornata in cui compie la donazione. Tale giornata è regolarmente retribuita. Basterà esibire al datore di lavoro il certificato rilasciato dalla struttura trasfusionale in cui è avvenuta la donazione.

Dopo la donazione bastano poche attenzioni: un piccolo ristoro, assumere liquidi non alcolici per ripristinare la massa liquida corporea e, nelle ore che seguono, è bene astenersi da alcolici, fumo, eccessi alimentari, lavori pesanti, guida di mezzi di trasporto, sport agonistici.

La Fratres accoglie anche donatori provenienti da altri Paesi. La SIMTI ha proposto per essi alcuni prerequisiti generali:
– Residenza in Italia da almeno 2 anni;
– Possesso del Codice Fiscale;
– Pradonanza della lingua italiana;
– Accurata anamnesi familiare;
– Conoscenza dell’epidemiologia del Paese di provenienza e degli eventuali periodi dei rientri in patria.

[box type=”shadow” align=”alignleft” ]…e accadde un giorno, uno come tanti, che mi ritrovai su un lettino d’ospedale a donare il mio sangue “prezioso”. Fu un attimo inatteso, che mi offrì il significato vero di quell’esperienza. In quel momento compresi la differenza tra il “vivere” e il “sopravvivere” o meglio tra il dare vita e ricevere vita…
«Purtroppo il bisogno di sangue non va in vacanza… dona sangue per salvare vite umane, anche in estate»
[/box]
Informazioni su Morena Zingales 2294 Articoli
Giornalista pubblicista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*