Siracusa, immediato riavvio dei lavori tratti autostradali Siracusa/Cassibile e Noto/Rosolini

SIRACUSA – «Un incontro urgente tra Regione, Anas e Cas per far ripartire i lavori dei tratti autostradali Siracusa/Cassibile e Noto/Rosolini». A dire “basta” ai ritardi che stanno impedendo il riavvio dei lavori di completamento dell’autostrada Siracusa – Gela è stato il deputato regionale, Bruno Marziano, presidente della III Commissione “Attività produttive” dell’Assemblea regionale siciliana.

«Da quasi due anni – ha spiegato l’onorevole Bruno Marziano – sono bloccati i lavori di completamento dei tratti Siracusa/Cassibile e Noto/Rosolini, cioè gli stessi lavori che sono stati già fatti nel tratto tra Cassibile e Noto.

E penso non sia tollerabile che continuino a verificarsi incidenti stradali ed una condizione di traffico veicolare insopportabile quando i lavori sono stati banditi, appaltati e l’impresa è pronta a realizzarli. Si continua a costringere gli automobilisti di quel tratto a circolare in condizioni disastrose e di pericolo, però il Consorzio autostrade siciliane sta completando la realizzazione del casello provvisorio per fare pagare il pedaggio».

Il parlamentare regionale, alla luce delle condizioni di pericolosità a causa del mancato riavvio dei lavori, ha chiesto la convocazione di un incontro urgente all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Antonino Bartolotta, assieme ad Anas, l’Azienda nazionale autonoma delle strade e Cas, il Consorzio autostrade siciliane, per fare il punto sulla situazione stradale della provincia di Siracusa.

«Si discuterà – ha dichiarato il presidente della commissione regionale “Attività produttive” -, del riavvio dei lavori di completamento dei tratti interessati, Siracusa/Cassibile e Noto/Rosolini; della convocazione della società che sta realizzando i lavori dello svincolo sulla Maremonti per capire se è possibile, come io ritengo che lo sia, l’apertura dello stesso prima dell’estate, perché i lavori sulla statale 124 stanno arrivando al culmine e si rischia un “caos cosmico”.

Mentre se apriamo gli svincoli sulla Maremonti, il traffico da e per Siracusa troverebbe un suo sbocco, la ditta potrebbe lavorare serenamente e si offre un servizio alla città. E’ possibile che anche quando si individuano le soluzioni, prima ancora dei problemi, non è possibile intervenire?». Il terzo punto che sarà trattato riguarda il pedaggio del casello provvisorio. «Deve essere chiaro – ha voluto precisare il deputato Bruno Marziano – che non si dovrà pagare un solo euro fino a quando l’autostrada non sarà completata e collaudata».