SIRACUSA INQUINAMENTO, CONSIGLIO, APPROVATO UN ATTO DI INDIRIZZO

Digos-a-Palazzo-Vermexio-600x250(cassibile.com) SIRACUSA – Un atto di indirizzo in 14 punti della commissione Ambiente, integrato da un emendamento di Salvatore Castagnino, per indicare all’Amministrazione la strada da seguire per fronteggiare l’inquinamento dell’aria e delle falde acquifere. Lo ha ieri sera, con voto unanime, il consiglio comunale al termine di un dibattito che ha ospitato anche l’interventuo dei rappresentanti dei Verdi e di “Aria pulita”.

La discussione si è sviluppata su un ordine del giorno proposto da Alberto Palestro e sottoscritto da altri consiglieri. La posizione di Palestro parte dal sequestro penale di un’area industriale nei pressi di contrada Spalla e dai dati sullo stato dell’aria, per arrivare a chiedere iniziative urgenti. Palestro si è fatto portavoce della preoccupazione diffusa sul territorio per i casi di inquinamento registrati negli ultimi mesi e chiede al sindaco Garozzo interventi affinché “garantisca la nostra popolazione”.

Quanto ai contributi esterni, Barbara La Bella, in rappresentanza del gruppo “Aria pulita”, ha riferito come sia stata avviata una raccolta di dati su ampia scala sull’inquinamento atmosferico che porterà in tempi brevi alla presentazione di numerosi esposti alla Procura. Giuseppe Patti, intervenuto a nome dei Verdi, ha indicato tre cause: traffico, impianti di riscaldamento ed emissioni industriali. Per Patti bisogna smettere di avere atteggiamenti di sudditanza rispetto alle industrie del petrolchimico e deve essere affermato il principio che “chi inquina paga”. Poi ha stigmatizzato il fallimento dei piani di bonifica.

Per la Giunta (gli uffici erano presenti con la funzionaria Doretta Pantano) ha preso la parola l’assessore Maria Grazia Cavarra che ha annunciato il rientro, da ieri, del tasso di inquinamento cittadino all’interno della media prevista dalla legge; scongiurati, quindi, i provvedimenti di limitazione del traffico che l’Amministrazione era pronta ad attuare. Poi l’assessore ha detto che il Comune partecipa attivamente agli incontri e alle attività di monitoraggio previsti dal tavolo istituito dalla Prefettura e che sarà presente alla manifestazione del 15 novembre assieme ai Priolo e Melilli.

Il presidente della commissione Ambiente, Gianluca Romeo, ha relazionato sul tema evidenziando i fattori di rischio e le carenze normative che impediscono di controllare la presenza nell’aria di alcuni elementi inquinanti. Poi, ha  l’atto di indirizzo (che alleghiamo alla mail) e le 12 raccomandazioni avanzate all’Amministrazione. A questa sono stata aggiunte due proposte contenute in un emendamento presentato da Castagnino: chiedere alle industrie di finanziare annualmente investimenti nella Sanità; la costituzione di parte civile del Comune nei processi per inquinamento pendenti in Tribunale.
Al dibattito sono intervenuti Simona Princiotta, Cetty Vinci e Marina Zappulla.

“Davanti a temi così sensibili per la popolazione – afferma il presidente Sullo – il Consiglio doveva mostrare compattezza ed è riuscito nell’intento. Abbiamo assistito a un confronto sereno e costruttivo, le cui conclusioni sono state accolte da tutti con favore e, credo, saranno apprezzate anche dai siracusani. Ringrazio di ciò i consiglieri comunali, gli ospiti esterni e, soprattutto, la commissione Ambiente per il gran lavoro fatto, che ha ben rappresentato il cambio di passo rispetto al passato che vogliamo affermare in questa tornata amministrativa. Consegniamo all’Amministrazione un documento articolato e impegnativo ma che gli uffici sapranno rispettare perché è in ballo la salute di tutti noi”.

Informazioni su Morena Zingales 2283 Articoli
Giornalista pubblicista