SIRACUSA: MERCOLEDÌ AL VIA L’ESAME DI MATURITÀ

Scrivi al giornale

maturità-2013-8-770x519(cassibile.com) SIRACUSA – L’esame di Maturita’ si avvicina e come sempre il tototema fa ‘bollire’ la rete, dove ‘secchioni’, esperti e ‘maghi’ dei pronostici cercano di azzeccare le tracce piu’ papabili. Sono solo previsioni ovviamente, perche’ le tracce nella loro interezza non sono mai state diffuse prima della mattina degli esami, quando si apre il famoso plico telematico.

Dando uno sguardo alle tracce degli anni passati, si scopre che per l’analisi del testo vengono proposti solo autori del ’900 , peraltro diffusamente trattati nel programma scolastico. Studiando quindi le scelte passate, per il 2013 ecco la previsione del sito specializzato: Giuseppe Ungaretti, Salvatore Quasimodo, Luigi Pirandello, Italo Svevo. Outsider, Umberto Saba. Questo perche’ – spiegano da Skuola.net – negli anni passati sono stati proposti Saba (2000), Pavese (2001), Quasimodo (2002), Pirandello (2003), Montale (2004, 2008 e 2012), Dante (2005 e 2007), Ungaretti (2006 e 2011), Svevo(2009) e Primo Levi (2010).

Ogni 3-5 anni c’e’ stato il ritorno dei grandi Montale o Ungaretti. Ha senso puntare sul tris di Ungaretti oppure sul bis di Quasimodo, Pirandello, Svevo e Saba. Per quanto riguarda le tematiche relative l’ambito socio economico la crisi la fa da padrone; e inoltre il 2013 e’ l’”Anno europeo contro lo spreco”. Insomma, non si esclude che quest’anno una delle tracce potrebbe vertere proprio sul tema della crisi e dello sviluppo sostenibile. Tuttavia, ogni tre o quattro anni il ministero formula una traccia sull’Europa e quest’anno una potrebbe riguardare proprio il cammino di integrazione europea. Sul fronte del saggio breve, dando un’occhiata alle proposte in questo ambito dal 2000 al 2012, Internet e i nuovi modi di comunicare e’ un tema ricorrente. Per lo stesso motivo il sito scommette anche che l’argomento del tema generale possa essere quello relativo alla comunicazione e ai nuovi rapporti nell’era digitale.

3.680 saranno gli studenti della provincia che mercoledì affronteranno l’esame di Stato per conseguire il diploma di maturità. Le prove scritte sono 3, e si terranno fino a venerdì mattina: oltre al classico tema d’italiano, gli studenti potranno scegliere il saggio breve, l’articolo di giornale, l’analisi di un testo narrativo o poetico. La seconda prova scritta, specifica per ogni indirizzo scolastico, si terrà giovedì. Invece, la terza prova verrà predisposta dalla commissione secondo una serie di indicazioni fornite dai docenti interni. Le commissioni sono formate da un massimo di sei insegnanti (per metà docenti esterni), e da un presidente per ogni due quinte classi. I colloqui orali partiranno circa 10 giorni dopo il termine delle prove scritte. A essere ammessi agli esami tutti gli studenti che posseggono la media del sei e che hanno superato i debiti formativi accumulati negli anni scolastici precedenti.