AUTONOMIA CASSIBILE-FONTANE BIANCHE: IL CGA RIGETTA APPELLO REGIONE, MA LA BATTAGLIA CONTINUA

AUTONOMIA(cassibile.com) CASSIBILE – Cassibile non potrà diventare Comune insieme a Fontane Bianche. E’ quanto emergerebbe dalla sentenza del Cga (Consiglio Di Giustizia Amministrativa). La battaglia per l’autonomia di Cassibile-Fontane Bianche – da quanto si apprende –  termina qui, ma non finsce di certo per i cassibilesi. Il CGA avrebbe rigettato l’appello della Regione, che aveva autorizzato il referendum per l’autonomia di Cassibile-Fontane Bianche e dove a votare dovevano essere solo i Cassibilesi. Stiamo parlando dell’Autonomia Cassibile con Fontane Bianche: questo non significa che Cassibile non potrà diventerà comune.

La storia delle varie battaglie:

Inizio del 2005: Associazione pro Comune Cassibile-Fontane Bianche presentò al Comune il progetto di variazione territoriale e il Consiglio comunale si espresse contrariamente a tale proposta.

Estate 2006: La Regione autorizzò la consultazione referendaria, limitando il diritto di voto ai soli residenti della frazione, ma il Comune impugnò il decreto sostenendo che dovesse essere tutta la popolazione ad avere un interesse qualificato.

Luglio 2007: La Regione revocò il decreto e autorizzò nuovamente il referendum poiché il progetto di variazione territoriale coinvolgeva meno del 30% della popolazione del Comune.

Anno 2010: Il Cga confermò la sentenza del Tar dello stesso anno sostenendo l’illegittimità del decreto.

Maggio 2011: Un nuovo decreto, limitando la consultazione ai residenti e tenendo conto, oltre che della limitata entità di popolazione e territorio, anche di tutte le motivazioni di carattere storico, sociologico, culturale e religioso. Il Tar dà torto al Comune, non il Cga che invece sospende il provvedimento su cui Regione e associazione presentano un controricorso.

L’amministrazione comunale – difesa dal dirigente dell’Avvocatura Salvatore Bianca e supportato dal comitato per la difesa e la integrità del territorio – presenta alcune eccezioni, oltre all’interesse qualificato:
– la rilevante entità territoriale dello scorporo (il 18% dell’intera circoscrizione aretusea a fronte del 4,36% della popolazione interessata);
– la possibilità di perdere il governo di una fonte di introiti per le casse comunali;
– la presenza a Fontane Bianche di 20 mila persone abitanti in 5 mila immobili (perlopiù seconde case) con ovvi riflessi su future tariffe e aliquote delle imposte locali.

Il Cga, dunque, avrebbe ritenuto legittima la decisione del Comune di intervenire in giudizio e, con sentenza di oltre 30 pagine, respinge gli appelli accogliendo le tesi della difesa e cioè: “L’unica possibilità per ottenere l’autonomia è di eliminare nel territorio reclamato la porzione di Fontane Bianche per gli enormi interessi che riveste nei confronti della città”. 

Il No del CGA si riferisce, dunque, all’Autonomia Cassibile-Fontane Bianche. L’autonomia di fatto esiste ancora e la battaglia continuerà perché il Cga ha bocciato solo un ricorso della Regione e non tutto il processo dell’Autonomia. “La questione sull’autonomia di Cassibile non si è ancora conclusa”. Lo dice l’avvocato Emanuele Tringali, legale dell’associazione Pro Fontane Bianche: “La questione non era se votare o meno ma se dovessero essere solo i residenti di Cassibile e Fontane Bianche o anche quelli di Siracusa – afferma l’avvocato Tringali -. Il Cga ha annullato il decreto perché non consentiva a quest’ultimi di votare”. “La Regione dovrà emanare un nuovo decreto che consenta ciò, il referendum per l’autonomia di Cassibile Fontane Bianche – prosegue – si svolgerà e potranno votare tutti i cittadini residenti a Siracusa e nella frazione interessata allo scorporo, sottolineando, peraltro, che il referendum sarà valido anche se il quorum del 50% + 1 si raggiungerà soltanto nella frazione di Cassibile». «A questo punto le firme per indire il referendum non dovrebbero essere più un terzo degli abitanti – sottolinea – ma un terzo di tutta la popolazione, serviranno quindi 40 mila firme almeno».

Informazioni su Morena Zingales 2294 Articoli
Giornalista pubblicista