Cassibile, multe per raccolta differenziata con conforme, i consiglieri scrivono all’Amministrazione

raccolta_differenziata(cassibile.com) CASSIBILE – I Consiglieri del Quartiere di Cassibile hanno inviato una comunicazione al Sindaco di Siracusa, all’Assessore all’Ecologia, al comando dei Vigili Urbani del Comune di Siracusa e al presidente della Cicoscrizione di Cassibile, in merito ad alcune multe effettuate dai Vigili Urbani e dagli operatori IGM, ai cittadini per aver conferito in modo difforme la raccolta.

Di seguito il testo originale della richiesta:

“I sottoscritti Consiglieri di Quartiere di Cassibile informano le SSII che nella mattinata del 12/09/2013 sono state effettuate dai vigili urbani e dagli operatori IGM dei controlli sulla raccolta differenziata ed alcuni cittadini sono stati multati per aver conferito in modo difformela raccolta.

Pur riconoscendo l’importanza del controllo effettuato per non vanificare l’obiettivo della raccolta differenziata sentiamo il dovere di intervenire a favore dei nostri concittadini che a nostro parere potevano essere prima avvisati anziché essere multati pesantemente e dopo che gli stessi avevano sempre ottemperato diligentemente alla raccolta differenziata senza peraltro alcun beneficio economico.

Mancato adempimento da parte dei predetti cittadini non è stato frutto di una scelta in violazione di un servizio ma causato di un fuorviante comportamento degli operatori della stessa ditta IGM. Infatti i cittadini negli ultimi tempi constatavano che sebbene sempre con la medesima diligenza provvedevano a differenziare i rifiuti gli operatori ecologici mettevano poi gli stessi rifiuti in modo indifferenziato rendendo inutile l’impegno dei cittadini, anzi ci sono dei cittadini che asseriscono che gli stessi operatori ecologici invitavano i cittadini a non effettuare la
differenziata perché da lì a poco sarebbe cessata del tutto.

L’amministrazione prima ancora di multare i cittadini avrebbe dovuto, con una indagine conoscitiva cercare di comprendere le cause della mancata collaborazione dei cittadini e avrebbe potuto chiarire che le cause non erano attribuibili agli stessi ma indotti da una serie di comportamenti non corretti degli stessi operatori dell’IGM.

L’amministrazione prima ancora di multare i cittadini deve aiutarli a collaborare, utilizzando tutti gli strumenti adeguati per un servizio efficiente: rivedere gli orari della raccolta, dotare ogni utente di sacchetti di diverso colore per espletare la raccolta differenziata, applicazione di un codice adesivo identificativo da apporre sui contenitori già in dotazione degli utenti, maggior controllo degli operatori ecologici che espletano il servizio nel nostro quartiere affinché i rifiuti da differenziati non diventano indifferenziati etc…

Per cui ben vengano le multe per i cittadini scorretti ma l’amministrazione per prima insieme all’lGM provvedano ad un servizio regolare ed efficiente e i cittadini allora non avrebbero alcun motivo di non collaborare ben consapevoli di avere, rispetto al passato, un servizio migliore.

Per quanto sopra esposto noi consiglieri chiediamo pertanto che le multe fatte in questi giorni ai cittadini di Cassibile vengano annullate ed i controlli effettuati dopo che l’Amministrazione ottemperi ai doveri sopra citati”.

Informazioni su Morena Zingales 2300 Articoli
Giornalista pubblicista

1 Commento

  1. Buongiorno, sono un cittadino cassibilese, da mesi seguo la problematica della raccolta differenziata a Cassibile, ho avuto la fortuna di visitare molte città d’Italia ed ho constatato che nei comuni dove viene svolta la differenziata c’è una perfetta cultura del servizio, vuoi perchè i cittadini del nord non si rassegnano alla sporcizia pubblica ed al degrado delle discariche abusive, vuoi perchè ne traggono dei benefici economici, fatto è che funziona.
    Avrei un’idea da proporre al comune di Siracusa e vi prego di farvi portavoce di questo. Proporrei di fare continuare il servizio della raccolta del solo umido o indifferenziata esattamente come si faceva prima, parallelamente al servizio di raccolta propongo la nascita di isole ecologiche nelle quali il cittadino conferirà autonomamente tutto il differenziato certificando il tutto tramite pesata e timbratura con la carta dei servizi (pochi sanno cos’è ma non è altro che il codice fiscale), a questo punto partendo da una tariffa di base calcolata secondo il vecchio sistema, in funzione dei rifiuti differenziati che l’utente avrà conferito otterrà degli sconti. Le isole ecologiche potrebbero essere gestite da giovani disoccupati o cooperative onlus e venderebbero plastica, metalli e quant’altro si possa differenziare al migliore offerente (esistono delle aste esattamente come in borsa). Ovviamnete queste idee vanno in contrasto con le ecomafie e rimarranno solo utopie. Grazie e saluti

I commenti sono bloccati.