Chiusura Ponte sul fiume Cassibile, lavori mai iniziati, è polemica

Foto di Filippo Seminara

Nessun cantiere e nessun operaio, ma il ponte sul fiume Cassibile è chiuso già da settembre scorso. La sua chiusura sta creando disagi, soprattutto alle aziende agricole. Il ripristino della struttura di epoca fascista è reso difficile dal vincolo storico. Chiesta la convocazione di un tavolo in prefettura. Ne ha parlato oggi, 9 gennaio 2014, il TGR Sicilia in un servizio del collega Salvo Fruciano.

“Non sono mai iniziati i lavori per la demolizione, ricostruzione e la riapertura al traffico che doveva avvenire nel giro di tre mesi”. E’ spiegato nel servizio di Fruciano. Auto, mezzi agricoli e di trasporto sono costretti a utilizzare l’autostrada.

“La struttura costruita in epoca fascista ha più di 70 anni, si trova in uno stato di degrado e, quindi, sottoposto alla tutela della Sopraintendenza dei Beni Culturali di Siracusa che non consente la demolizione. Suggerisce solo consolidamento e ristrutturazione”. Spiega il servizio video.

“Per l’Anas che ha presentato il progetto è difficile la messa in sicurezza e il recupero della vecchia struttura. Nel tentativo di trovare una soluzione – conclude il servizio di Fruciano – il vicepresidente della commissione, bilancio e programmazione dell’ARS, Vincenzo Vinciullo, ha chiesto la convocazione di Sopraintendenza, Anas e Genio Civile”.

Sabato alle ore 11, presso aula Consiliare Sebastiano Giuntini di Cassibile, ci sarà una riunione operativa per la strategia da adottare e per accelerare i lavori. Parteciperanno il Sindaco di Avola e Onorevole Vinciullo.

[divider] Il servizio Video di RAI TGR Sicilia del 9 gennaio 2014. By Salvo Fruciano

[divider]
Informazioni su Morena Zingales 2272 Articoli
Giornalista pubblicista