Fase due, Musumeci a Conte, Sicilia pronta a nuove riaperture

Fase due, Musumeci a Conte, Sicilia pronta a nuove riaperture
Foto di Jo_Johnston da Pixabay

Fase due, Musumeci a Conte, Sicilia pronta a nuove riaperture

Da lunedì in Sicilia riapriranno bar, ristoranti, parrucchieri e negozi. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dato il via libera ad aperture regionalizzate in aree con contagi bassi, prevedendo la possibilità di richiudere tutto in caso di incremento dei positivi da coronavirus. All’incontro erano presenti anche i ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia.

Musumeci entro giovedì firmerà quindi un’ordinanza per consentire queste aperture, da lui stesso richieste tra l’altro nei giorni scorsi.

“L’esempio del ponte Morandi di Genova non deve restare in Italia l’eccezione ma deve diventare la normalità, se vogliamo anche in Sicilia accelerare la spesa pubblica e la riapertura dei cantieri”. È quanto ha ribadito stasera il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in occasione del confronto con il governo nazionale e gli altri governatori, svoltosi in videoconferenza.

Musumeci ha chiesto al premier di prevedere una riunione operativa del Cipe per riprogrammare risorse comunitarie a favore delle imprese e provare quindi a fronteggiare la crisi economica scaturita dal Coronavirus

Il governatore della Sicilia si è fatto portavoce delle necessità dei commercianti al dettaglio, di bar e ristoranti e dei parrucchieri, chiedendo l’urgente riapertura dei negozi e dei saloni.

In ambito turistico, invece, Musumeci ha chiesto di immaginare misure ragionevoli soprattutto per gli stabilimenti balneari ed ha auspicato che i protocolli di sicurezza siano resi noti già nelle prossime ore.

Sulla mobilità interregionale, infine, il presidente della Regione ha espresso la volontà di mantenere fino al prossimo 31 maggio la chiusura degli accessi all’Isola, “a parte per gli aventi diritto e per i casi particolari”.

Per quanto riguardala città di Siracusa il sindaco della città Francesco Italia con un post pubblico su Facebook invita a parrucchieri, estetisti e barbieri non in regola a fermarsi: “In questi giorni ho ricevuto numerose segnalazioni, e non posso assolutamente tacere a tutela della salute dei miei concittadini, nei confronti di coloro che abusivamente stanno esercitando la professione di estetisti, parrucchieri o barbieri a domicilio. Fermiamoci subito o rischiamo di creare fonti di contagio pericolosissime per tutta Siracusa. È inaccettabile, inoltre, che barbieri, parrucchieri e centri estetici in queste ore sono in attesa e stanno adeguando i loro spazi alle misure di prevenzione con pazienza e grande senso civico, nonostante le evidenti perdite economiche, per la nostra sicurezza, e noi non possiamo attendere ancora qualche giorno per affidarci a professionisti seri che hanno a cuore il benessere di tutti noi?”.

Foto di Jo_Johnston da Pixabay

Informazioni su Morena Zingales 2365 Articoli
Giornalista pubblicista