Saldi in Sicilia: L’interesse dei consumatori diminuisce 

L'attrazione dei saldi diminuisce a causa dell'aumento delle offerte online 

Saldi in Sicilia: L’interesse dei consumatori diminuisce

Saldi in Sicilia – L’interesse per i saldi sta diminuendo tra i consumatori, secondo Federconsumatori Sicilia. Questo fenomeno è attribuito all’aumento delle offerte online, che stanno diventando sempre più frequenti. 

I principali acquirenti durante i saldi sono ora gli anziani, che o non sanno come utilizzare Internet o non si fidano di esso. Questa tendenza è emersa nonostante l’introduzione dell’articolo 17 bis del Codice del Consumo l’anno scorso, che obbliga i commercianti a indicare il prezzo più basso applicato al prodotto in sconto nei 30 giorni precedenti. 

Il presidente regionale di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa, ha discusso l’inizio dei saldi in Sicilia oggi. Ha invitato tutti i consumatori a verificare che il prezzo più basso sia indicato su tutti i cartellini dei prodotti in saldo. 

Le proiezioni di Federconsumatori Palermo indicano una spesa media di 142 euro a famiglia durante i saldi. La Rosa ha concluso il suo discorso ricordando ai consumatori che possono rivolgersi agli sportelli locali di Federconsumatori per qualsiasi dubbio. 

In sintesi, l’attrazione dei saldi sta diminuendo tra i consumatori a causa dell’aumento delle offerte online. Gli anziani sono ora i principali acquirenti durante i saldi, mentre i commercianti sono obbligati a indicare il prezzo più basso applicato al prodotto in sconto nei 30 giorni precedenti. Nonostante queste sfide, Federconsumatori Sicilia continua a sostenere i consumatori durante i saldi.