Serata di Bacco, La Runa, “Le scelte che facciamo…parlano al mondo…”

da Francesca La Runa (Consigliere del quartiere di Cassibile)
Le scelte che facciamo e le azioni che compiamo verso gli altri … parlano al mondo di quello che Siamo Noi … non solo degli altri!!!

Cassibile 22 novembre: festa di Bacco. Il Consiglio di Circoscrizione, in modo particolare Romano Paolo, la sottoscritta La Runa Francesca e Terranova Danilo, in pochi giorni ha inteso realizzare un momento di festa per il paese; la festa di Bacco appunto, promulgata in collaborazione con il circolo Bartolo Implatini che offriva uno stand degustativo insieme a molti altri esercenti e artigiani del luogo.

Nonostante i tentativi di “sabotaggio” oserei dire,  intentati ai danni del piccolo evento per puro divertimento e gusto o de-gusto distruttivo da parte di anonimi (che tanto anonimi non sono, sappiatelo), la serata ha avuto il suo dispiegamento con non poche adesioni. Nico Aliano ha fornito musica e divertimento, molti si sono cimentati nel canto, bravissimi, e altri hanno partecipato ai balli di Zumba sulla Nazionale.

Al di là di qualsiasi frase retorica che io possa tentare di comunicarvi attraverso questa mia breve riflessione, al di là delle ovvie considerazioni che si potrebbero fare sul senso comunitario, sui gesti poco signorili di alcuni o sullo spirito poco collettivo e sicuramente anti-politico paventato da pochi, vorrei ricordare che qualsiasi iniziativa non loda gli organizzatori, ma si prefigge di dare opportunità ai nostri commercianti e quindi alla nostra economia. Di contro, tutto ciò che tenta di distruggere qualsiasi iniziativa, tenta anche di distruggere le speranza di guadagno degli esercenti, come per esempio  inviare il maresciallo dei carabinieri a valutare eventuali abusi Enel per la serata a poche ore dall’apertura.

Dispetti? Piccole soddisfazioni? Lotte partitiche o semplicemente  voglia di fare del male? Perché sebbene noi avessimo contemplato di essere in regola con i vari permessi e varie cose, se davvero avessimo scordato di valutare qualche aspetto della serata, questa stessa sarebbe saltata, con la soddisfazione, immagino, di chi ha inviato i controlli, ma con la delusione dei commercianti di zona. Ne vale la pena? E i papà di famiglia che devono mantenere la propria famiglia che fine fanno tra un dispetto e un altro? Chi ci rimette davvero?

Concludo questa riflessione ringraziando invece chi è intervenuto all’evento e tutti coloro che vi hanno voluto collaborare e  penso di potermi congedare da voi con questo pensiero: le persone un po’ sagge, smettono presto di voler manipolare tutto e cambiare il mondo che li circonda, e cominciano innanzitutto a cambiare se stessi.

Francesca La Runa

[divider]


Si condivide il video per gentile concessione di Tony Randazzo – riprese il Ghirigoro di Canicattini Bagni

[divider]
Informazioni su Morena Zingales 2316 Articoli
Giornalista pubblicista

3 Commenti

  1. Francesca cara
    sono compiaciuto della tua risposta decisa e convincente , mi dispiace però che mantieni il pregiudizio che ero a conoscenza del maldestro allaccio giorni prima …. ma non è così ……A tal proposito personalmente quando organizzo le manifestazioni proprio perché sono un uomo di legge sono ben consapevole delle responsabilità a cui si può andare incontro …è di tutta evidenza che qualcuno pensa che le cose gli vadano sempre bene e per carità glielo auguro …. ma ricordati che la legalità non si può avere a corrente alternata….non la si può sbandierare ,fare encomi di martiri per la legalità e alla prima occasione quando ci fa comodo tutto può essere possibile ……sono dolente ma non la penso così ……..Comunque mi consola il fatto che ogni tanto sei in disaccordo con il nostro sindaco di cassibile…. il problema è che non lo espliciti e si ha l’impressione che sei troppo appiattita al Romano pensiero ……su una cosa hai ragione tutti possiamo migliorare e io ti voglio bene e non vedo l’ ora di ricambiare il ballo che ti devo ….con immutato affetto Gino

  2. Caro Gino,
    grazie per quel “lodevole iniziativa”. Sono sincera e a-polemica in questo e in tutto quello che sto per affermare.
    1) A te fa onore aver dichiarato di essere stato tu a fare la segnalazione. A me fa onore aver avuto riguardo della PRIVACY proprio come diritto altrui. E poi non sapevo fossi stato tu, sapevo altro. In ogni caso il coraggio non c’entra.
    2) Circa il tuo punto 2, ti ringraziamo tutti per quello che fai e per come ti occupi di aspetti quali l’incolumità cittadina. Ma capisci bene che questa segnalazione poteva essere fatta giorni o mesi prima dell’evento del 22 novembre. Va detto, caro Gino, che la tempestività a volte è tutto.
    3) La parola “illegalità” applicata a me e alla situazione mi sembra eccessiva, come il concetto di “buonismo”, non puoi sindacare sui miei intenti sociali senza aver mai preso mezzo caffè con me e non puoi giudicarmi solo perché mi associ al “mio presidente”. Diciamo che io non sono sempre d’accordo con lui, ma le incomprensioni tra di voi mi riguardano davvero poco. Il parroco poi non ho bisogno di citarlo come esempio di persona diretta come fai tu, credo che non abbia chiesto di essere messo in mezzo a queste cose e lui già lo sa che lo stimo, dalla mia diretta voce. Circa a termini usati da te come “corretta” e altro, credo sia meglio sorvolare, forse ho capito male, mi sembra strano che una persona distinta come te mi dia della scorretta o peggio. Mi sarò sbagliata.
    4) Nessuno ha bisogno di chiedere niente in giro su di te, tutti sanno che aiuti e ti presti. E chi lo ha negato ?
    5) Infine, la candidatura non ha a niente a che vedere con la capacità di essere un cittadino attivo positivamente. E tu lo hai sempre dimostrato. Ma ammetti che se la serata fosse saltata, qualcuno non avrebbe venduto un po’ dei suoi prodotti. E ripeto, io non sapevo fossi stato tu, sapevo altro. E per mordermi la lingua, ho dovuto leggermi il paragrafetto sulla legge della privacy e simile.
    6) Adesso il sesto punto se permetti lo scrivo io. Grazie per il sostegno ai cittadini, non mi sono piaciute le accuse gratuite che mi hai mosso, non avevo letto su fb quello che hai citato tu, ma almeno tu hai il coraggio di dire in faccia le cose. La festa è passata. I cittadini sono stati al sicuro, qualche commerciante ci ha guadagnato(senza buonismo) e io mi sono pure divertita. Alla prossima festa, chiunque la organizzerà, mi devi un ballo! Ciao Gino.

  3. Cara Francesca ,
    nulla togliendo alla lodevole iniziativa e alla bravura di quanti si sono esibiti ed operato per la buona riuscita della manifestazione mi preme precisare alcuni punti :
    1) esordisci il tuo articolo dicendo che le nostre azioni parlano di noi al mondo e il fatto che tu non abbia voluto dire i nomi di chi avrebbe tentato di sabotare la vostra manifestazione non ti fa onore perché dimostra non una prudenza ma soltanto la mancanza di coraggio e di assunzione di responsabilità.
    2) la segnalazione alla locale stazione dei CC di Cassibile dell’allaccio abusivo di una presa in danno all’enel e del potenziale pericolo all’incolumità pubblica che essa poteva rappresentare l’ha fatta Gino Saitta e tale circostanza l’ha finanche sottoscritta su questa redazione e sul suo profilo fb senza infingimenti e senza nascondimenti.
    3) mi dispiace che una giovane come te predilige l’illegalità perché i ” papà di famiglia ” non avrebbero potuto mantenere la propria famiglia …..evita per il futuro la retorica e il buonismo , come è solito fare il tuo presidente .. .ti assicuro tu che sei già una persona capace e segui don Salvatore impara ad essere una persona diretta , amante della legalità e senza compromessi pur di raggiungere con scorciatoie un obiettivo che puoi raggiungere diversamente in modo corretto .
    4)chiedi ai tuoi coetanei quando hanno organizzato le feste in piazza e mi hanno chiesto un aiuto se mi sono mai sottratto a tale richiesta , anzi ho raccomandato di non ringraziarmi pubblicamente …..
    5) se i padri di famiglia ,come dici tu , mi avessero chiesto un aiuto per la manifestazione avrebbero trovato la porta aperta come sempre ho fatto in modo silenzioso fino adesso……ma evidentemente ciò non paga …..e comunque continuerò a farlo senza attendermi riconoscimenti politici o meno ….perché non sarò più candidato a nulla .
    Con sincero affetto , Gino Saitta

I commenti sono bloccati.