È morta Agnese Borsellino, la vedova del magistrato

Agnese e Paolo Borsellino
Agnese e Paolo Borsellino
Agnese e Paolo Borsellino

(CSB.com3.0) PALERMO – Si è spenta Agnese Piraino Leto, moglie di Paolo Borsellino, assassinato dalla mafia il 19 luglio del 1992. A darne notizia il fratello del magistrato, Salvatore, con un post su Facebook: “E’ morta Agnese. E’ andata a raggiungere Paolo. Adesso saprà la verità sulla sua morte”. I funerali si svolgeranno domattina alle 9.30 nella chiesa di S. Luisa di Marillac, la stessa dove si svolsero le esequie di Paolo Borsellino.

Agnese Piraino Leto era malata da tempo. Viene ricordata come una donna dalla straordinaria forza interiore nello spronare i giovani a lottare contro la mafia. La vedova Borsellino è stata messa davanti allo scenario di un indimenticabile diciannove luglio. Da allora, ha testimoniato amore, ha cresciuto i suoi figli e si vede che sono figli di Paolo e di Agnese. Ha coltivato il suo silenzio con dolcezza, senza rancore, senza odio, abbracciando il dolore. Ha saputo sorridere dal suo letto di spasmi e morfina. E adesso sorridiamo anche noi, nel suo ricordo.

Agnese Piraino Leto, figlia del presidente del tribunale di Palermo Angelo, si era sposata con Paolo Borsellino, allora giovane magistrato, il 23 dicembre 1968. Da loro matrimonio sono nati tre figli: Lucia, 44 anni, che oggi ricopre l’incarico di assessore regionale alla Sanità, Manfredi, 41 anni, attuale dirigente del commissariato di polizia di Cefalù, e Fiammetta, di 40. In una nota i figli invitano al rispetto del loro dolore chiedendo di considerare questo come un momento strettamente privato.

“La Fondazione intitolata a Paolo Borsellino e a tutte le vittime della mafia – si legge nella nota dei figli – ha messo a disposizione la mail info@progettolegalita.it per raccogliere eventuali messaggi di testimonianza di affetto e considerazione per la Signora Agnese che non ha mai smesso di chiedere, insieme ai figli, che sia fatta verità e giustizia”.

Cancellieri: “Proseguito lotta a mafia” – “Una donna dolce e mite che sapeva essere intellettualmente intransigente e radicale nel continuare, in altri modi, la lotta alla mafia portata avanti da suo marito e nel sostenere le ragioni della legalità contro quelle del sopruso, della violenza e del malaffare”. Così il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, ricorda Agnese Borsellino ed esprime le sue più sentite condoglianze ai figli. Anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato alla famiglia Borsellino un messaggio di cordoglio ricordando con affetto la signora Piraino Leto.

Informazioni su Morena Zingales 2296 Articoli
Giornalista pubblicista