Nuovo Anno, Romano: “Mi auguro che ci sia un cambio di tendenza radicale”

Romano: "Mi auguro che sia l'anno del riscatto della Comunità di Cassibile Fontane Bianche che da anni rivendica legittimamente il proprio ruolo autonomistico"

Nuovo Anno, Romano: "Mi auguro che ci sia un cambio di tendenza radicale"

Nuovo Anno, Romano: “Mi auguro che ci sia un cambio di tendenza radicale”

Pubblichiamo integralmente una lettera di fine anno scritta dal presidente della circoscrizione di Cassibile, Paolo Romano.

Cari Concittadini
In questa occasione di fine anno è sicuramente il momento di fare dei bilanci e dei consuntivi, ma per noi di Cassibile Fontane Bianche viene difficile e complicato visto che non gestiamo nessun bilancio e nessuna somma di denaro pubblico. Ad onor del vero un bilancio c’è, quello preventivo del 2015, ancora da approvare da parte del Consiglio Comunale di Siracusa, che verosimilmente sarà approvato nel 2016 impedendoci quindi di impegnare quelle poche somme 1.500,00 euro che ci erano state destinate per il 2015 e che il Consiglio Municipale nella seduta del 28 Dicembre aveva destinato alle famiglie bisognose, per la ricostruzione del presepe in cartapesta e per oneri Siae relativi al programma Natale 2015.

L’anno che ci lascia sarà ricordato come quello che ha visto la definitiva scomparsa degli organi Circoscrizionali la cui morte è stata sancita da una norma regionale nell’indifferenza della nostra classe dirigente regionale. Nella sostanza chi sta giornalmente vicino ai cittadini viene soppresso e chi invece spreca e mal governa no…questo è il paradosso di un sistema che genera sprechi e scandali ad ogni livello istituzionale.

Per tornare alle nostra realtà l’Amministrazione centrale ha anticipato la norma regionale cancellando anticipatamente gli organi circoscrizionali impedendo loro di svolgere il ruolo di organo dell’amministrazione e quindi di fatto rendendoli degli apparati inutili e dispendiosi.

Gli organi decentrati sono stati creati per svolgere un nobile ruolo cioè quello di far sentire le istituzioni e quindi la pubblica amministrazione vicina e partecipativa alla cittadinanza, invero per altri, in barba a leggi e costituzione, non è più così. Da tempo ci battiamo convinti come siamo che il decentramento possa e debba svolgere un ruolo importante, oggi mortificato da organismi superiori che fanno allontanare la fiducia dei cittadini verso le istituzioni e che hanno tradito la missione affidatagli.

Di recente una proposta dell’amministrazione prevede che le Circoscrizioni debbano esprimere i loro pareri d’urgenza entro 4 giorni cioè come dire ne facciamo a meno; in altri termini non potrà mai più succedere che Cassibile possa bloccare un provvedimento come fu quello dell’aumento della TASI, momento storico in cui Il Consiglio Municipale di Cassibile dimostrò di essere vicina ai propri cittadini non solo di Cassibile Fontane Bianche ma dell’intera Città. Nella sostanza si vuole eliminare e mortificare il ruolo di amministratore quale organo dell’amministrazione delle Circoscrizioni.

Una situazione paradossale e priva di ogni logica e buon senso. Mi auguro che qualcuno intervenga e fermi questo eccesso di soperchieria istituzionale.

L’anno che stiamo per lasciare se da un lato ci ha visto impegnati nel cercare di difendere la rappresentanza dei cittadini dall’altro ha visto chi ha remato all’incontrario cancellando di fatto il voto popolare espresso per i rappresentanti consiglieri e per i Presidenti per la prima volta eletti direttamente dal popolo.

Per l’anno che verrà mi auguro che ci sia un cambio di tendenza radicale e che prevalga in senso di responsabilità e non quello del protagonismo fine a se stesso. Gli interessi dei cittadini non vanno confusi con gli interessi propri e/o di pochi eletti. Mi auguro che sia l’anno del riscatto morale e civile, che sia l’anno dei cittadini onesti e laboriosi, dei cittadini orgogliosi di appartenere alle proprie radici, alla propria cultura ma col senso comune di fare sistema nell’interessi di tutti.

Mi auguro che sia l’anno del riscatto della Comunità di Cassibile Fontane Bianche che da anni rivendica legittimamente il proprio ruolo autonomistico. Mi auguro che sia l’anno del successo per molte persone in difficoltà, l’anno della rivincita dell’onesto e delle persone perbene, l’anno del buon senso contro l’arroganza ed il mal costume.

BUON ANNO A TUTTI
Il Presidente
Paolo Romano

Nuovo anno

Informazioni su Morena Zingales 2362 Articoli
Giornalista pubblicista