Siracusa, Piazza Leone Luigi Cuella ripulita, è un dono dei volontari

Non hanno temuto di arrampicarsi nel muro della piazza (cosi come mostrano le foto per ripitturare i muri sporchi da graffiti e incrostazioni). Hanno diserbato, spazzato, cancellato scritte e segni (inneggianti il fascismo e il nazismo). E lo hanno fatto per dare lustro a un sito conosciuto in città perché in perenne stato d’abbandono. Un sito che ha una memoria storica che i residenti vogliono ricordare, quella di un libertario della storia patria Luigi Leone Cuella, nobile siracusano che donò il feudo (l’intera borgata) al Comune di Siracusa (fine 1800) per costruirne case, palazzi nuovi e strade.

“Sono un pronipote di Luigi Leone Cuella – racconta Giovanni Ferrugia – e ogni giorno passando dalla piazza mi sono accorto di come fosse abbandonata. Mi procurava un’infinita tristezza, ma oggi per caso ho visto tanti volontari all’opera per ripulirla e per me è stata un’immensa gioia”. Quella di oggi è soprattutto un’azione che vuole lasciare un segnale ai residenti del rione Santa Lucia: con volontà e partecipazione di tutti i siti restano puliti e belli da osservare.

“Conoscere casualmente un discendente di Cuella – riferisce Rossana La Monica, vicepresidente dell’associazione Astrea – è stata un’immensa sorpresa perché chiacchierandoci abbiamo riportato alla luce anche quelle che possono considerarsi le radici vere e proprie del nostro rione. Per questo speriamo che il pronipote ci accompagnerà nella rivalutazione e all’inaugurazione della piazza (il 30 maggio)”. L’iniziativa si è svolta con la collaborazione del centro commerciale naturale La Borgata presieduta da Giorgio Monaco, e la circoscrizione Santa Lucia guidata da Fabio Rotondo.

A questa prima fase – seguirà la seconda -che ha lo scopo di consentire la fioritura di un quartiere: Santa Lucia. “Chiediamo ai residenti del rione- precisa La Monica – di iscriversi al concorso “Fiorisce un quartiere e sboccia la solidarietà” che consisterà nella partecipazione di laboratori creativi, in una campagna di volontariato per il prossimo e in un’azione estetica, abbellire i propri balconi. Al termine del secondo progetto saranno premiati i cittadini che hanno reso la Borgata più affascinante e colorata”. Iniziative inserite nella giornata del decoro urbano che si svolgerà il 30 maggio.

Informazioni su Morena Zingales 2317 Articoli
Giornalista pubblicista