Siracusa, “Buone pratiche nella Pubblica amministrazione”, Asp raccolta differenziata

SIRACUSA – L’Asp di Siracusa avvia da oggi la raccolta differenziata di carta e plastica negli Uffici amministrativi e nelle strutture sanitarie del Distretto Sanitario di Siracusa e del PTA di via Brenta, della Palazzina Direzionale di Corso Gelone, dell’Unità operativa Affari Generali e Risorse umane di via Reno e di tutta l’area ex Onp di contrada Pizzuta attraverso nuove modalità di raccolta che consentiranno a tali preziose risorse di non andare disperse e di essere valorizzate nel sistema del riciclaggio con il supporto e la piena collaborazione di tutti i dipendenti.

Il progetto sarà esteso progressivamente a tutte le altre strutture aziendali territoriali ed ospedaliere. L’iniziativa di “Buone pratiche nella Pubblica amministrazione” è stata presentata stamane in conferenza stampa dal commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Mario Zappia insieme con i direttori sanitario e amministrativo Anselmo Madeddu e Vincenzo Magnano, l’assessore comunale alle Politiche ambientali e sanitarie Francesco Italia e la consulente del Comune di Siracusa per le Politiche ambientali e sostenibili Emma Schembari.

Presenti per l’Asp, inoltre, i direttori del Distretto di Siracusa e delle Unità operative Formazione, Educazione alla Salute, Economico Patrimoniale, Affari generali e Risorse Umane, Provveditorato, Ufficio Tecnico, Facility Management, il responsabile della PFE, la società che gestisce i servizi di pulizia nell’Azienda e referenti dell’IGM. “Ritengo fondamentale sviluppare la cultura della raccolta differenziata anche all’interno dell’Azienda – ha commentato il commissario straordinario Mario Zappia – convinto che la possibilità di contribuire al rispetto dell’Ambiente possa venire dagli Uffici amministrativi dove una grande quantità di rifiuti differenziabili, soprattutto carta, possa essere salvata dalla discarica e quindi alleggerire il danno ambientale e far risparmiare un bel po’ di soldi alla Pubblica Amministrazione.

Per fare questo è necessario l’impegno di tutti i dipendenti dell’Azienda Sanitaria informati e formati adeguatamente al fine di collaborare al successo dell’iniziativa e, soprattutto, al rispetto dell’ambiente. La cooperazione con il sindaco e con l’Amministrazione comunale di Siracusa – ha aggiunto – è fondamentale per la buona riuscita del progetto dal momento che anche la stessa intende investire in questa rivoluzione culturale che vuole riportare Siracusa ai livelli di cultura e civiltà europei nel rispetto dell’ambiente”. Massima soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore comunale alle Politiche ambientali e sostenibili Francesco Italia: “Sono entusiasta per questa collaborazione virtuosa con l’Asp, sollecitata dal commissario straordinario Zappia, e mi preme incoraggiare tutte le altre Istituzioni affinché seguano la stessa strada.

Mi rallegro della sensibilità dimostrata dall’Azienda sanitaria su tematiche che consideriamo strategiche per il futuro della città e di tutta la nostra comunità. Abbiamo seguito l’Asp nella fase di progettazione del servizio e continueremo in tutti i successivi momenti della sua realizzazione. La prima fase di rodaggio, ovviamente, ci consentirà di calibrare il sistema in modo da renderlo efficace e funzionante”. Nel suo intervento l’esperta del Comune di Siracusa Emma Schembari ha sottolineato l’importanza della qualità della raccolta: “Una attenta raccolta differenziata nei luoghi di lavoro così come nelle proprie abitazioni – ha detto – permette di abbattere i trattamenti intermedi e migliora la qualità delle materie recuperate abbassando i costi complessivi”.

Previ accordi con la ditta PFE che gestisce il servizio di pulizia dei locali dell’Azienda e curerà la corretta raccolta differenziata in collaborazione con la IGM (che cura lo smaltimento e che ha predisposto la dislocazione di cassonetti differenziati nelle singole aree interessate e provvederà al ritiro della carta e della plastica rispettivamente ogni martedì e giovedì) e l’Ufficio Ambiente del Comune di Siracusa, si è stabilito di posizionare nelle aree comuni antistanti ogni singolo piano del PTA di via Brenta sia degli Uffici amministrativi che degli Ambulatori, della Palazzina Direzionale di Corso Gelone e degli Affari Generali e Risorse umane di via Reno raccoglitori differenziati per la carta e per la plastica.

Negli ambulatori sanitari i contenitori differenziati sono stati collocati nei corridoi comuni e, laddove possibile, anche al loro interno. Negli spazi ove sono allocati distributori di caffè e vivande varie sono stati mantenuti i cestini per i rifiuti indifferenziati essendo gli stessi rifiuti umidi e pertanto non riciclabili. Nell’area dell’ex ONP di contrada Pizzuta i contenitori differenziati sono stati posizionati nelle aree comuni di tutti i padiglioni e nei singoli piani.

Ogni dipendente avrà cura di utilizzare i cestini posti all’interno delle stanze esclusivamente per i rifiuti indifferenziati, provvedendo pertanto a utilizzare per la carta, cartoni, giornali e riviste, nonché bicchieri o bottiglie di plastica puliti (senza residui di cibo) gli appositi contenitori differenziati che la PFE ha avuto cura di posizionare, come anzidetto, negli spazi all’ingresso dei piani e nelle aree comuni. Per grandi quantitativi di carta, cartoni e riviste la PFE provvederà al ritiro diretto previo contatto telefonico al responsabile di produzione.