Vinciullo: Contributi agli Istituti Scolastici per attività d’educazione permanente, Anno Scolastico 2013-2014

vinciullo_2(cassibile.com) PALERMO – Sono stati pubblicati, sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, i criteri e le procedure per accedere agli interventi finanziari in materia di educazione permanente, gravanti sul 50% del cap. 376525 del bilancio regionale per l’Anno 2013, e la cui disponibilità è pari ad € 40.000,00. Gli interventi relativi all’Anno Scolastico 2013/2014, sono disposti in attuazione dell’art. 1, lett. d) della legge regionale n. 16/79 e dell’art. 10 della legge regionale n. 6/2000, e possono essere concessi alle scuole dotate di autonomia giuridica che ne faranno richiesta nelle modalità prescritte, entro il 30 Settembre 2013. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.

Come si ricorda – ha proseguito l’On. Vinciullo – l’autonomia scolastica coniuga il sistema formale dell’istruzione, flessibile ed integrato, con il sistema educativo non formale, consentendo di avviare pratiche di educazione permanente alla cultura che si sviluppano lungo tutto l’arco della vita nello spirito della legge regionale n. 66/75 e successive modifiche ed integrazioni e della legge n. 53/200 (art. 2).

Per quanto riguarda i contenuti dei progetti – ha continuato l’On. Vinciullo – saranno presi in considerazione i piani di studio personalizzati che contengono una quota relativa agli aspetti di interesse specifico che rispecchi cultura, tradizioni ed identità regionale e locali. Si intendono prioritari i temi relativi alla conoscenza, alla tutela, alla conservazione, alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale siciliano, sia materiale che immateriale, come aspetto necessario del sistema educativo e formativo globale.

Per l’Anno Scolastico 2013-2014 – ha sottolineato l’On. Vinciullo – i progetti dovranno sviluppare gli argomenti sopraindicati, individuando, nel territorio di pertinenza della scuola richiedente, l’emergenza culturale che si intende proporre come oggetto di conoscenza, tutela e fruizione ragionata.

Gli Istituti – ha concluso l’On. Vinciullo – sono invitati a far pervenire all’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, servizio promozione e valorizzazione, unità operativa XXVIII, via delle Croci n. 8 – 90139 Palermo, entro e non oltre il 30 Settembre 2013 (farà fede il timbro postale di spedizione) progetti in duplice copia, uno per Istituto.

Informazioni su Morena Zingales 2283 Articoli
Giornalista pubblicista