Cassibile, rubano portafoglio ad anziano, le due donne si sono avvalse della facoltà di non rispondere

Arma illegalmente detenuta e droga, arrestato giovane cassibilese

Sono state arrestate le donne che hanno truffato un anziano a Cassibile. Le due stamani, 16 aprile 2015 sono comparse davanti al giudice.

Il gip del Tribunale di Siracusa, ha disposto la custodia cautelare in carcere per G.C., che ritorna nella casa circondariale di Catania di Piazza Lanza. Per l’altra donna (V.C.) le due sono sorelle, è stato disposto il regime degli arresti domiciliari in quanto è mamma di bimbi in tenerà età. Le condannate si sono avvalse della facoltà di non rispondere, ma hanno ammesso, attraverso il loro legale, i fatti contestati.

Le “signore” si erano spacciate per dipendenti dell’Inps con il pretesto di controllare lo stato di salute dell’anziano. Approfittando di un momento di distrazione del nonnino gli hanno strappato il portafoglio che conteneva documenti personali e la somma di 750 euro. Quando la vittima si è accorta del furto ha avvertito i carabinieri della stazione di Cassibile, che guidati dal Maresciallo Corrado Lupo, sono riusciti ad identificare le due.

Sono in corso ulteriori indagini poiché altri anziani avrebbero subito vessazioni di questo tipo. A tal proposito l’Arma sensibilizza chi è stato vittima di tali gravi episodi invitando ognuno, qualora ce ne fosse bisogno, a denunciare alle Stazioni dei Carabinieri sul territorio. Questi reati, purtroppo, sono diventati frequenti in ambito della delinquenza locale.

I consigli dell’Arma: essere sempre diffidenti verso chi bussa alla porta di casa nostra e qualora si presentassero ipotetici dipendenti Inps o Asl o comunque di altri enti sul territorio, prima di aprire è bene informarsi direttamente con gli uffici menzionati. Solitamente le persone più colpite sono gli anziani in particolare nei giorni successivi al ritiro della pensione.

Informazioni su Morena Zingales 2296 Articoli
Giornalista pubblicista