Occhio alle truffe dell’energia elettrica, Carabinieri di Cassibile deferiscono 3 persone

Sono stati deferiti per truffa aggravata dai Carabinieri di Cassibile. Si tratta di tre persone residenti a Catania di cui uno di origine napoletana. I militari di Cassibile, nel pomeriggio di ieri 24 giugno 2015, sono intervenuti in una via di Cassibile perché chiamati da tre famiglie che segnalavano la presenza di questi soggetti aggirarsi tra le abitazioni per costringerli, dietro raggiro e minaccia, a sottoscrivere dei contratti di energia elettrica, diversa dalla tradizionale Enel S.p.A.

Due di loro – da quanto appreso – bussavano alle porte, il terzo, che si fingeva come responsabile incaricato, faceva da palo. Le abitazioni prese di mira erano per lo più di anziani.

Questi, con dei tesserini di una società affiliata a Enel Sole, si presentavano come dipendenti incaricati dell’Enel chiedendo a loro la sottoscrizione di un nuovo contratto, poiché quello in essere era scaduto. Se non avessero sottoscritto alcun contratto, e qui arriva la minaccia con il raggiro, la pena sarebbe stata il distacco della corrente elettrica, portando via il contatore. Per evitare ciò, avrebbero dovuto pagare una penale di 500 euro. Il tutto per costringerli ad effettuare il passaggio dalla normale Enel S.p.A. a Enel Sole.

Una persona anziana impaurita da ciò, purtroppo, ha firmato il contratto effettuando il passaggio alla nuova società, ignorando le clausole che aveva firmato. Altre famiglie, invece, non ci sono cascate. Sono state proprio queste ultime a chiamare i carabinieri. L’intervento immediato dei militari sul posto ha evitato che accadesse il peggio. Sono scattate tre denunce da parte di tre famiglie diverse.

I soggetti in questione, sebbene fossero autorizzati da Enel Sole a proporre questi contratti, non era vero che avrebbero fatto staccare la corrente e portato via il contatore, né tanto meno il pagamento della penale di 500 euro. I carabinieri di Cassibile, guidati dal maresciallo Corrado Lupo, oltre a deferire i tre soggetti per truffa aggravata, hanno sequestrato alcuni contratti e mandati al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

Informazioni su Morena Zingales 2272 Articoli
Giornalista pubblicista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*